VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

gennaio 2019
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031EC

NEWS ACVV

Orchestriamo la Pace
Giunta all'ottava edizione, l’Azione Cattolica di Vittorio Veneto propone una serata in cui giovani e adulti si scambiano idee e speranze di pace attraverso i segni e i suoni del mondo musicale. L'appuntamento Orchestriamo la Pace è sabato 19 gennaio 2019 in patronato a Motta di Livenza. L'evento, che quest'anno si avvale della collaborazione con il Centro Studi La Pira, inizia alle ore 20.00 con un buffet aperto a tutti per proseguire poi con lo spettacolo musicale a partire dalle 21.00. Le esibizioni musicali e le forme artistiche presentate avranno come sfondo il tema del messaggio del Papa per la giornata mondiale per la Pace “La buona politica al servizio della pace". Ingresso libero.

Feste della Pace
A conclusione del Mese della Pace, vengono organizzate le feste foraniali per la Pace. Questo il calendario: domenica 20 gennaio: a Campodipietra per Mottense - Torre di Mosto e a Cordignano per Pedemontana. Sabato 26 gennaio a Vazzola per La Colonna. Domenica 27 gennaio a Sacile per Sacilese e a Piavon per Opitergina. Domenica 10 febbraio a Gaiarine per Pontebbana. Durante le feste verrà proposta l'iniziativa "Abbiamo riso per una cosa seria" che sostiene progetti che promuovono l'agricoltura familiare dei contadini del nord e del sud del mondo, contro lo sfruttamento del lavoro e del territorio. Ci saranno a disposizione delle confezioni sottovuoto di riso da 500 grammi.

Incontro Coordinamento foraniale e presidenti della forania Opitergina
I presidenti parrocchiali e il coordinamento della forania Opitergina si incontrano con la presidenza diocesana giovedì 31 gennaio, alle 20.30, nella parrocchia di Lutrano, sale dell'oratorio.

EVENTI

Incontro Presidenti Parrocchiali Triveneto OrchestriAmo La Pace 2019 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

A Roma le presidenze diocesane di tutta Italia

“Esperti in umanità”

 
In un tempo difficile come quello attuale, il cristiano, depositario di una speranza che ha ricevuto da Cristo risorto, sente forte la passione per il bene dell’uomo e cerca strade nuove da percorrere.
 
Il convegno nazionale delle presidenze diocesane di AC che si è tenuto a Roma pochi giorni fa, ha rilanciato l’impegno dei credenti, caricandolo di quella fiducia e responsabilità che derivano dal sentirsi “pietre vive” nella Chiesa. Le intuizioni del Concilio Vaticano II, profetiche e lungimiranti, provocano ancora oggi chi è impegnato nel servizio educativo e lo sollecitano a continuare sulla strada della formazione integrale della persona.
 
L’Azione Cattolica, da parte sua, può contare su un “bagaglio umano” di vite ed esperienze che le offrono una sicura tradizione dalla quale attingere per l’impegno nell’oggi. Il convenire da tutta Italia, confrontarsi in laboratori tematici, condividere obiettivi e traguardi, delineare insieme strade percorribili per costruire una società che sia sempre più “esperta in umanità” ha caratterizzato questi giorni intensi di convegno.
Al centro delle giornate la solenne beatificazione di Giuseppe Toniolo è stato un momento di forte ecclesialità e di riflessione profonda sulle scelte personali che, come per il Toniolo, anche per ciascuno diventano il momento favorevole per glorificare Dio nel servizio ai fratelli.
 
L’essere Chiesa respirato in questi giorni di convegno ha spalancato le porte abituali del “sentirsi impegnato” nel proprio piccolo, ha chiesto a ciascuno un passo di gratuità nella ricerca del bene comune, ha rimarcato in modo chiaro l’universale vocazione alla santità che, oggi come un tempo, interpella ogni credente. Così risuonano ancora le parole del Toniolo “Chi definitivamente recherà a salvamento la società presente non sarà un diplomatico, un dotto, un eroe, bensì un santo, anzi una società di santi”: ai credenti di oggi il coraggio e la determinazione per continuare a scrivere questa lunga storia di santità.

 
di Stefano Uliana, L’Azione, 6 maggio 2012