VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

A Roma le presidenze diocesane di tutta Italia

“Esperti in umanità”

 
In un tempo difficile come quello attuale, il cristiano, depositario di una speranza che ha ricevuto da Cristo risorto, sente forte la passione per il bene dell’uomo e cerca strade nuove da percorrere.
 
Il convegno nazionale delle presidenze diocesane di AC che si è tenuto a Roma pochi giorni fa, ha rilanciato l’impegno dei credenti, caricandolo di quella fiducia e responsabilità che derivano dal sentirsi “pietre vive” nella Chiesa. Le intuizioni del Concilio Vaticano II, profetiche e lungimiranti, provocano ancora oggi chi è impegnato nel servizio educativo e lo sollecitano a continuare sulla strada della formazione integrale della persona.
 
L’Azione Cattolica, da parte sua, può contare su un “bagaglio umano” di vite ed esperienze che le offrono una sicura tradizione dalla quale attingere per l’impegno nell’oggi. Il convenire da tutta Italia, confrontarsi in laboratori tematici, condividere obiettivi e traguardi, delineare insieme strade percorribili per costruire una società che sia sempre più “esperta in umanità” ha caratterizzato questi giorni intensi di convegno.
Al centro delle giornate la solenne beatificazione di Giuseppe Toniolo è stato un momento di forte ecclesialità e di riflessione profonda sulle scelte personali che, come per il Toniolo, anche per ciascuno diventano il momento favorevole per glorificare Dio nel servizio ai fratelli.
 
L’essere Chiesa respirato in questi giorni di convegno ha spalancato le porte abituali del “sentirsi impegnato” nel proprio piccolo, ha chiesto a ciascuno un passo di gratuità nella ricerca del bene comune, ha rimarcato in modo chiaro l’universale vocazione alla santità che, oggi come un tempo, interpella ogni credente. Così risuonano ancora le parole del Toniolo “Chi definitivamente recherà a salvamento la società presente non sarà un diplomatico, un dotto, un eroe, bensì un santo, anzi una società di santi”: ai credenti di oggi il coraggio e la determinazione per continuare a scrivere questa lunga storia di santità.

 
di Stefano Uliana, L’Azione, 6 maggio 2012