VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

febbraio 2012
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829EC

NEWS ACVV

"Anche Si....gnore" Smartbox spiritualità
L 'ultima settimana di novembre e la prima di dicembre vedono realizzarsi, nelle foranie, gli incontri di accostamento alla Parola del Signore per ragazzi di prima, seconda, terza superiore. Questo il calendario: venerdì 29 novembre, ore 20.30 nell'oratorio di Ponte della Priula per la forania La Colonna; sabato 30 novembre, ore 17.30 nell'oratorio di Gaiarine per la forania Pontebbana; domenica 1 dicembre,  dalle 15.00 alle 17.00 dalle suore Saveriane di Ceggia per la forania Torre di Mosto; sabato 14 dicembre, ore 17.00 nell'oratorio di Sacile per la forania Sacilese.

Work in progress
Per gli educatori ACR più giovani sono stati pensati degli incontri di formazione a livello locale. Queste la date del primo appuntamento: sabato 7 dicembre a Ceggia dalle 17 alle 18.30 per le foranie Mottense e Torre di Mosto; domenica 15 dicembre a San Polo di Piave dalle 9 alle 10.30 per la forania Pontebbana, con partecipazione alla Santa Messa a conclusione dell'incontro.

Veglia associativa diocesana
Sabato 7 dicembre, alla vigilia della solennità dell'Immacolata, alle 20.30, nella chiesa parrocchiale di Colle Umberto, l'Azione Cattolica si ritrova in preghiera. "La casa di Maria", il filo conduttore della tradizionale veglia, che riconduce al verbo "abitare", tema associativo dell'anno.

8 dicembre, festa dell’adesione
Nel giorno dell’Immacolata, l’Azione Cattolica celebra la giornata dell’adesione. Le associazioni parrocchiali festeggiano in molti modi diversi, ma è la benedizione delle tessere durante la Santa Messa il momento più significativo.

EVENTI

Mini-Campo 18enni e Giovani 2019 ACRcinquanta AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Instagram AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

II Domenica di Quaresima

 
Dal Vangelo secondo Marco
Dopo sei giorni, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni e li portò sopra un monte alto, in un luogo appartato, loro soli. Si trasfigurò davanti a loro e le sue vesti divennero splendenti, bianchissime: nessun lavandaio sulla terra potrebbe renderle così bianche. E apparve loro Elia con Mosè e discorrevano con Gesù.
Prendendo allora la parola, Pietro disse a Gesù: «Maestro, è bello per noi stare qui; facciamo tre tende, una per te, una per Mosè e una per Elia!».
Non sapeva infatti che cosa dire, poiché erano stati presi dallo spavento. Poi si formò una nube che li avvolse nell’ombra e uscì una voce dalla nube: «Questi è il Figlio mio prediletto; ascoltatelo!».
E subito guardandosi attorno, non videro più nessuno, se non Gesù solo con loro. Mentre scendevano dal monte, ordinò loro di non raccontare a nessuno ciò che avevano visto, se non dopo che il Figlio dell’uomo fosse risuscitato dai morti. Ed essi tennero per sé la cosa, domandandosi però che cosa volesse dire risuscitare dai morti.
 
(Vangelo della II Domenica di Quaresima, 4 marzo 2012 – Anno B – Mc 9,2-10)

 

Lascia un commento:

  • Cosa dice questo brano ai ragazzi, giovani o adulti che incontro come responsabile o come fratelli nella fede?
  • E quali “fatti” di Vangelo, esperienze vissute, sono capaci di trasmettere il messaggio di questo brano?

 

I Domenica di Quaresima

 
Dal Vangelo secondo Marco
Subito dopo lo Spirito lo sospinse nel deserto e vi rimase quaranta giorni, tentato da satana; stava con le fiere e gli angeli lo servivano.
Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù si recò nella Galilea predicando il vangelo di Dio e diceva:
«Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete al vangelo».
 
(Vangelo della I Domenica di Quaresima, 26 febbraio 2012 – Anno B – Mc 1,12-15)

 

Lascia un commento:

  • Cosa dice questo brano ai ragazzi, giovani o adulti che incontro come responsabile o come fratelli nella fede?
  • E quali “fatti” di Vangelo, esperienze vissute, sono capaci di trasmettere il messaggio di questo brano?

 

Esercizi Spirituali del Quotidiano 2012

 


Esercizi “del quotidiano” per aiutarsi a vivere il “quotidiano” da cristiani. Perché il quotidiano è il luogo dell’incontro con Dio e con le persone. Perché è “nel quotidiano” che costruiamo un mondo nuovo e più umano.
 

Tre serate (dalle ore 20.15 alle ore 22.15) per giovani e adulti, preti e religiosi/e, con un tempo per la preghiera del vespero, la proposta spirituale, il silenzio e la riflessione personale, la confessione e il colloquio personale.
 

  • Forania La Colonna
    6-7-9 marzo
    a Mareno di Piave (Patronato e Chiesa parrocchiale)
    Guida: Don Gianpietro Zago
  • Forania Torre di Mosto
    6-7-9 marzo
    a Gainiga (Sala e Chiesa parrocchiale)
    Guida: Don Andrea Dal Cin
  • Forania di Sacile
    12-13-15 marzo
    a Brugnera (Sale parrocchiali)
    Guida: Don Pietro Bortolini
  • Forania Opitergina
    20-21-22 marzo
    a Oderzo (Sale dietro la canonica e Duomo)
    Guida: Don Gianluigi Papa
  • Foranie Pedemontana, Pontebbana, Conegliano e Vittorio Veneto,
    20-21-22 marzo
    a Castello Roganzuolo (Canonica e Chiesa parrocchiale)
    Guida: Don Alessio magoga
  • Forania Mottense
    27-28-29 marzo
    a Villanova di Motta di Livenza (Sala e Chiesa parrocchiale)
    Guida: Don Lorenzo Marigo
  • Foranie Quartier del Piave e La Vallata
    16-17-18 aprile
    a Pieve di Soligo (Sala e Cappella a fianco del Duomo)
    Guida: Don Bruno Daniel

 
 
DOWNLOAD:

 
 

VII Domenica del Tempo Ordinario

 
Dal Vangelo secondo Marco
Ed entrò di nuovo a Cafarnao dopo alcuni giorni. Si seppe che era in casa
e si radunarono tante persone, da non esserci più posto neanche davanti alla porta, ed egli annunziava loro la parola.
Si recarono da lui con un paralitico portato da quattro persone.
Non potendo però portarglielo innanzi, a causa della folla, scoperchiarono il tetto nel punto dov’egli si trovava e, fatta un’apertura, calarono il lettuccio su cui giaceva il paralitico.
Gesù, vista la loro fede, disse al paralitico: «Figliolo, ti sono rimessi i tuoi peccati».
Seduti là erano alcuni scribi che pensavano in cuor loro:
«Perché costui parla così? Bestemmia! Chi può rimettere i peccati se non Dio solo?».
Ma Gesù, avendo subito conosciuto nel suo spirito che così pensavano tra sé, disse loro: «Perché pensate così nei vostri cuori?
Che cosa è più facile: dire al paralitico: Ti sono rimessi i peccati, o dire: Alzati, prendi il tuo lettuccio e cammina?
Ora, perché sappiate che il Figlio dell’uomo ha il potere sulla terra di rimettere i peccati,
ti ordino – disse al paralitico – alzati, prendi il tuo lettuccio e và a casa tua».
Quegli si alzò, prese il suo lettuccio e se ne andò in presenza di tutti e tutti si meravigliarono e lodavano Dio dicendo: «Non abbiamo mai visto nulla di simile!».
 
(Vangelo della VII Domenica del Tempo Ordinario, 19 febbraio 2012 – Anno B – Mc 2,1-12)

 

Lascia un commento:
cosa dice questo brano a Te, alla Tua quotidianità, alla Tua vita di giovane/adulto che crede?

 

Beatificazione del Servo di Dio Giuseppe Toniolo

 

Modulo di iscrizione


 

Selezione il pacchetto prescelto
I PACCHETTOII PACCHETTOIII PACCHETTO

 

  • I PACCHETTO (2 giorni): 28 Aprile - 29 Aprile 2012
    (I pacchetto completo)
  • II PACCHETTO (3 giorni): 28 Aprile - 30 Aprile 2012
    (Ancora posti disponibili sul II pacchetto)
  • III PACCHETTO (4 giorni): 28 Aprile - 1 Maggio 2012
    (III pacchetto completo)

 

Il tuo cognome (richiesto)

Il tuo nome (richiesto)

Il tuo luogo di nascita (richiesto)

La tua data di nascita (richiesto)

Il tuo indirizzo (richiesto)

Il tuo CAP (richiesto)

La tua città (richiesto)

La tua provincia (richiesto)

Eventuale altro recapito

La tua parrocchia (richiesto)

La tua diocesi (richiesto)

Il tuo numero di telefono (richiesto - preferibilmente cellulare)

La tua email (richiesto)

 

Selezione la modalità di versamento della caparra
BONIFICOCONSEGNA DIRETTA UFFICIO AC

 

Annotazioni particolari

 

I dati sono raccolti in conformità con il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, ed i successivi provvedimenti.

 


 


 
Torna alla pagina principale della Beatificazione di Giuseppe Toniolo.
 
 

VI Domenica del Tempo Ordinario

 
Dal Vangelo secondo Marco
Allora venne a lui un lebbroso: lo supplicava in ginocchio e gli diceva: «Se vuoi, puoi guarirmi!».
Mosso a compassione, stese la mano, lo toccò e gli disse: «Lo voglio, guarisci!».
Subito la lebbra scomparve ed egli guarì.
E, ammonendolo severamente, lo rimandò e gli disse:
«Guarda di non dir niente a nessuno, ma va’, presentati al sacerdote, e offri per la tua purificazione quello che Mosè ha ordinato, a testimonianza per loro».
Ma quegli, allontanatosi, cominciò a proclamare e a divulgare il fatto, al punto che Gesù non poteva più entrare pubblicamente in una città, ma se ne stava fuori, in luoghi deserti, e venivano a lui da ogni parte.
 
(Vangelo della VI Domenica del Tempo Ordinario, 12 febbraio 2012 – Anno B – Mc 1,40-45)

 

Lascia un commento:
cosa dice questo brano a Te, alla Tua quotidianità, alla Tua vita di giovane/adulto che crede?