VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

Verso la XIV assemblea

Impegno di comunione

 
L’invito dell’Azione Cattolica a me, come membro del Movimento Ecclesiale Carmelitano, di tenere la relazione dell’incontro unitario dell’Associazione il 25 settembre scorso a Motta, è stata una sorpresa.
Dopo qualche titubanza iniziale ho deciso di accettare: non possiamo non aiutarci a cercare il volto del Signore, a costruire la Chiesa, soprattutto tra coloro che, pur attraverso diversi percorsi personali e formativi, hanno forse avuto di più da Lui e dalla Chiesa. Questo desiderio, questa tensione, questa passione, che ho imparato e continuamente imparo nel mio Movimento come verifica concreta del rapporto con il Signore, li ho visti anche nell’A.C., che ho ritrovato, dopo decenni di lontananza, partecipando alla Consulta dei Movimenti laicali.
Se qualcosa posso dire da esterno sull’impegno di comunione dell’A.C. è proprio questo: ho ritrovato come dei vecchi compagni di strada, umili nel servizio alla Chiesa locale, anche nelle piccole cose, pronti a “mescolarsi”, collaborare, stimolare, chiedere, a “farsi pane” per tutti, sempre, con perseveranza. Un atteggiamento semplice, ma prezioso, che oggi forse si sottovaluta, per l’influsso sotterraneo della “religione del successo” di cui troppo spesso vive materialmente (e muore interiormente) la nostra società. Un cuore buono e giusto, che cerca di essere, amare e fare come Gesù, costruendo speranza e bene per tutti, senza calcoli, menzogne, grettezze, urla, cinismo, un cuore di cui oggi, nella nostra Italia, come pure nel Veneto, siamo assetati. Un piccolo-grande cuore da cui solamente possono nascere cose vere e grandi.
Penso qui, dall’esterno, alla vita associativa, ai campiscuola estivi, alla Consulta dei Movimenti, alle Settimane Sociali e a tutto quello che l’A.C. fa e a cui contribuisce: come sarebbero la nostra Chiesa, il nostro territorio, senza queste occasioni di conoscenza, di formazione e dialogo?
Molto più poveri, anche se fossero molto più benestanti!
Cari amici continuate allora ad essere sale, luce, lievito, liete api operaie nell’alveare della Chiesa, al servizio dell’unico vero Re.

 
di Domenico Dal Mas
Movimento Ecclesiale Carmelitano
L’Azione, domenica 13 febbraio