VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

Tempo Estate Eccezionale uguale CAMPISCUOLA!

 
TEMPO ESTATE ECCEZIONALE PER L’ACR
Mentre faccio la proposta agli ACierrini, mi ritorna in mente quando, con la valigia più grande di me, partivo per un’avventura che mai avrei immaginato così importante per la mia crescita. Il giusto mix di divertimento e riflessione. Per le prime volte lontano dai miei genitori, ma assieme a tanti altri ACierrini che come me avevano risposto SI alla proposta dei loro educatori, accompagnatori fedeli in questa esperienza ad alta quota. Ho imparato a conoscere da vicino Gesù. In una settimana mi accorgevo di non essere da sola, con le attività di gruppo potevo esprimere me stessa e confrontarmi con gli altri, accettando il loro punto di vista, anche se diverso dal mio. Tante amicizie sono nate in quei giorni e continuano oggi. Respiravo aria di gioia nei momenti condivisi, nei momenti di riflessione personale, ma anche nella fatica: durante l’escursione bastava qualche risata e un canto al momento giusto e tutto diventava più leggero. Un’avventura che mi ha insegnato e continua a insegnarmi, che per condividere spazi e tempi, è necessario darsi delle regole, ma questo non toglie la bellezza dello stare assieme. E allora, non vi è venuta voglia di prendere la valigia e partire? Io sto già pensando a come riempirla, ci vediamo a Cimacesta!!

 
di Chiara Basei
L’Azione, 22 maggio 2011