VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

Domenica 24 Giugno

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

Richiamo all’etica per essere significativi qui ed ora

UN PASSO OLTRE

 
Sembra più semplice, più comodo compiere le nostre azioni quotidiane guardando all’utile, al conveniente, all’efficace senza porci troppe domande. Poi succede che ci si trova stanchi e affannati, ed ecco la crisi, che a volte sfocia anche in vere depressioni, ma il più spesso rende triste e sbiadita la quotidianità. La manifestazione di questo disagio è il sintomo di una vita “malata”, perché privata di una sua componente fondamentale: l’etica. Etica intesa come il legame imprescindibile con il Bene, come valorizzazione della sacralità dell’uomo, della sua dignità irrevocabile.
Oggi questo richiamo dell’etica torna spesso alla ribalta in vari contesti, dall’economico al politico, dal pubblico al privato, ma spesso ci si ferma alla sola enunciazione. Ecco perchè la proposta del percorso etico si inserisce in un tempo più che mai favorevole. Il titolo, Un passo oltre, rappresenta la sfida che Gesù fa a ciascuno di noi quando di fronte ai nostri bisogni di felicità, pace, giustizia e amore ci chiede di osare di più compiendo scelte più esigenti e radicali, ma anche più piene di senso e che possono rasserenare.
Il percorso prevede tre incontri con mons. Luciano Padovese alternati a due laboratori che hanno un duplice intento: favorire il coinvolgimento attivo di ciascuno nell’elaborazione e nella condivisione di esperienze e significati e sperimentare una modalità di lavoro di gruppo riproponibile anche nelle parrocchie.
L’invito è rivolto soprattutto a quelle persone che non si accontentano della mediocrità, ma hanno deciso di fare un passo oltre per essere significative nei luoghi e nel tempo dove è dato loro di vivere, indipendentemente dall’età. E’ l’ appello che ci viene anche dal convegno diocesano: Abita la terra – l’unica in cui ti è dato di vivere oggi – e vivi con fede, condivididendo le gioie e le speranze, i dubbi, le incertezze e la sete di verità degli uomini e delle donne del nostro tempo.

 
di Emanuela Baccichetto
L’Azione, 23 ottobre 2011

 
 
Vedi i dettagli del Percorso di Riflessione Etica