VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

settembre 2019
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30EC

NEWS ACVV

Campi Estate 2019
Che l'Ac diocesana non vada in vacanza lo confermano i campi che si aprono ancora davanti: dal 7 al 14 agosto la settimana per adulti ed adultissimi, con una tre giorni dedicata in special modo alle famiglie, dall'11 al 14 di agosto. Dopo un breve spazio dedicato ad un tempo di distensione con l'Estiamo insieme, dal 19 al 26 agosto si avviano due campi in contemporanea, uno di 14/15enni e uno di giovanissimi. Si proseguirà poi con l'ultimo campo ACR, che prevede la presenza sia di ragazzi di prima e seconda media che di piccoli delle elementari. Il Campanac, dal 6 all'8 di settembre, tradizionale appuntamento di formazione per gli educatori, chiuderà il Tempo Estate Eccezionale 2019 per aprirsi al nuovo anno associativo 2019/2020.

EVENTI

Estate Eccezionale 2019 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

Parola d’ordine: progettare!

 
 
Per la buona riuscita di un campo è molto importante la preparazione, soprattutto quella fatta a casa, tra capocampo, assistente ed educatori. Innanzitutto si inizia a conoscersi e poi, con tanta pazienza, si prende per mano il sussidio e si studia giorno per giorno, modificando alcune cose e ideandone di nuove. Non è per niente facile o scontato questo lavoro; è necessario capire a fondo il messaggio globale che si vuole trasmettere ai ragazzi e passare poi a “costruire” ogni singolo giorno. L’obiettivo non è fare grandi cose, attività con effetti speciali particolari, invenzioni stratosferiche oppure, al contrario, fare la prima cosa che passa per la testa così da finire presto e passare ad altro. La cosa fondamentale è pensare le attività in base ai ragazzi che si hanno, attività che abbiano un messaggio chiaro, comprensibile. È davvero utile tracciare i lineamenti di un camposcuola prima di iniziarlo per avere e mantenere un filo logico dall’inizio alla fine. La Meta deve essere una, ben visibile! La strada poi può anche subire dei cambiamenti, delle deviazioni ma la maggior parte del lavoro deve essere programmata prima, così da avere più tempo a disposizione, una volta arrivati al camposcuola, per stare insieme ai ragazzi, giocare con loro, gioire e crescere insieme!

 
di Sara Cazzaniga
L’Azione, 3 luglio 2011