VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

Carissimi fratelli e sorelle,
 
in queste ultime setimane mi accorgo di pensare piú al futuro che al passato. Forse é una maniera per sfuggire alla vecchiaia. Non lo so, ma sono sicuro che nel futuro ci siete tutti voi nella bella Italia. Tra meno di un mese, il 18 maggio, se Dio vuole, ci incontreremo e potremo continuare da vicino i rapporti coltivati da lontano.
Sto affidando ai brasiliani le iniziative e i progetti avviati. Le prospettive sono buone e vedo segni di impegno reale. Pensando alla missione compiuta, mi ritengo un seminatore. Dopo 25 anni dal primo contatto con il popolo brasiliano, incontro persone e gruppi che portano avanti quei semi, che insieme abbiamo gettato in terra feconda, con la consapevolezza che la crescita é sempre opera di Dio.
Abbiamo un bel programma di feste: la Settimana Santa con la solennitá della Pasqua; l’ottavario di “Nossa Senhora da Penha”, patrona dello stato dello Espirito Santo, che ricorda l’incontro di Maria con il Figlio Gesú risorto; il 1° maggio; la festa della mamma. C’é in giro un’euforia consumistica simile a quella di Natale, anche se la maggioranza sta a guardare, come sempre. É in aumento anche la spettacolarizzazione della religione, che svuota il sentimento profondo della religiositá popolare. Ma nelle nostre comunitá cerchiamo di concentrare la attenzione su Cristo Risorto, che é il nostro futuro e riempie la vita di autentica gioia.

Con l’augurio di una Pasqua di pace e speranza,
in attesa di rivederci e contarcela con calma,
vostro Don Domenico.