VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa. Mercoledì 4 luglio al via il terzo campo per Casa Cimacesta. Ottantadue sono i ragazzi di prima e seconda media che vi partecipano, provenienti da venticinque diverse parrocchie della diocesi, nove gli educatori guidati dal capocampo Roberto Amadio e dall'assistente don Andrea Dal Cin, con Mariuccia Nardin capocasa e AnnaRita Barzan cuoca.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

L’AC e il IV Convegno Diocesano

 
 
Abita la terra. Vivi con fede”. E’ il titolo del percorso che condurrà al Convegno diocesano nel 2012.
Vivere la fede. Amare la vita”. Era il punto di partenza del cammino assembleare che ha portato l’Ac alla 14^ assemblea elettiva e che con gli orientamenti 2011-2014 ci accompagnerà per l’intero triennio.
Ci sono delle immediate assonanze tra questi cammini. Fede e vita innanzittutto. E insieme il guardare con passione e responsabilità a questo tempo e a questo luogo in cui “Dio ci ha messo” (Debrel), certi che questo è il terreno della nostra santificazione.
Ritengo però valga la pena cogliere anche il “di più” dell’opportunità che, da aderenti all’Ac e come Chiesa diocesana, il Convegno rappresenta.
Il camminare insieme per ritrovarci a Convegno è innanzitutto ripensare e rivivere ciò che ci è proprio come popolo di Dio: chiamati, radunati, convocati sono dei participi che spesso la Parola ci propone e che altrettanto spesso viviamo concretamente la domenica e in tanti momenti di gruppo, di liturgia, di festa, di formazione. Il vescovo, successore degli apostoli, guidato dallo Spirito, convoca questa nostra Chiesa che avrà l’occasione d’incontrarsi per condividere la sua bellezza e le sue fatiche, ma anche per guardare, con la Speranza di chi crede, al futuro di una fede da testimoniare e di una terra responsabilmente da abitare.
Il Convegno offre poi a noi laici, la gioia di condividere con il vescovo e con i nostri sacerdoti la corresponsabilità dell’annuncio del vangelo in questo presente della storia. Siamo ancora certi che ciò che rende ricca la nostra vita di fede e il nostro essere Chiesa è la presenza di quel Gesù Cristo che questa terra ha abitato e che per primo ci ha dato l’esempio di fedeltà alla volontà del Padre.
Dentro a questo cammino di fedeltà, vogliamo andare anche noi, sicuri che questo è per noi e per la nostra Chiesa un “tempo favorevole”. Magari non facile, ma di certo favorevole.
Come Azione Cattolica, a partire dalle nostre comunità, sentiamoci invitati, impegnati, coinvolti con Bartimeo: Alzati ti chiama! E tendiamo la mano a quanti, magari per stanchezza o pigrizia, ancora rimangono seduti.

 
di Diego Grando
L’Azione, 2 ottobre 2011