VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

maggio 2019
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031EC

NEWS ACVV

ISCRIZIONI CAMPI ESTATE 2019
Da lunedì 6 maggio sono aperte le iscrizioni ai campi per quanti, ragazzi, giovani ed adulti non iscritti all'Azione Cattolica, desiderano parteciparvi. Per info: Ufficio diocesano 0438/940374, sito www.acvittorioveneto.it.

Apertura di Casa Cimacesta
Casa Cimacesta, in vista dell'ormai vicino inizio dei campi scuola, ha bisogno di un accurato riordino delle villette e degli spazi esterni. Chiediamo di dedicare uno dei prossimi fine settimana a chi, conoscendo la realtà della Casa e condividendone lo scopo, desidera partecipare ai lavori di apertura, segnalando la propria disponibilità in Ufficio diocesano (0438/940374). La proposta potrebbe essere un'opportunità, per i gruppi 18enni e giovani, di condivisione di una giornata nel servizio. Questi i fine settimana: 25-26 maggio; 1-2 giugno; 8-9 giugno.

Incontro di spiritualità adulti e terza età
Terzo appuntamento di spiritualità in programma per sabato 25 maggio a Motta di Livenza, Basilica della Madonna dei Miracoli. Dopo l'accoglienza iniziale, alle 9.30 santa Messa cui seguirà la riflessione sul tema :"Di generazione in generazione... Maria madre della vita". Ci sarà poi uno spazio adeguato per le confessioni; le conclusioni intorno alle 12.15. Per iscrizioni ed informazioni: Ufficio diocesano AC 0438/940374.

Gli adultissimi incontrano Papa Francesco Anche un gruppo di adultissimi della nostra diocesi partecipa all'incontro con Papa Francesco mercoledì 29 maggio, in Piazza San Pietro. Il programma prevede poi la celebrazione della Santa Messa in Basilica con il cardinale Angelo Comastri, cui seguiranno le testimonianze di adulti, nonni e nipoti dell'Ac.

EVENTI

Festa Unitaria 2019 - Sapore di Sale Incontro Nazionale Adultissimi - Di Generazione In Generazione Estate Eccezionale 2019 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

Il nostro grazie a Giovanni Paolo II

 
Il grazie dell’Azione Cattolica a Giovanni Paolo II
«Il dono più grande che potete fare alla Chiesa e al mondo è la santità». Questo testamento spirituale pronunciato da Giovanni Paolo II nella Spianata di Loreto il 5 settembre del 2004, in occasione dell’Incontro nazionale con l’Azione Cattolica, in questi giorni campeggia su migliaia di manifesti, affissi in tutto il Paese ad accompagnare il sorriso intenso e indimenticabile di Giovanni Paolo II, immagine viva di un lungo rapporto di grazia e di verità, di sostegno e di guida, di cordialità e di amore vero tra Papa Wojtyla e la gente di Ac.
Al Pontefice venuto da una “terra lontana”, che seppe farsi subito cittadino di Roma e suo vescovo, e che domenica prossima sarà beato per mano del suo più stretto collaboratore, Papa Benedetto XVI, ancora una volta il nostro grazie per un magistero sempre concreto, capace di indicare mete ambiziose, campi da approfondire, vocazioni laicali da vivere con generosità. Giovanni Paolo II ha proficuamente collocato la nostra Associazione nella molteplice, variegata vivacità laicale del dopo Concilio.
Come oggi ricordano l’Assistente ecclesiastico generale dell’Ac, mons. Domenico Sigalini, e il Presidente nazionale, Franco Miano, nell’introduzione al recente volume “La Chiesa ha bisogno di voi” (a cura di Paolo Trionfini, Editrice Ave), l’amore di Giovanni Paolo II per l’Azione Cattolica «si è arricchito di anno in anno con i discorsi alle Assemblee nazionali triennali, attraverso gli incontri con gli assistenti, gli adulti, i giovani, i ragazzi. È stato un crescendo di dialoghi e di insegnamenti. Lui stesso ha continuamente stimolato e condiviso il rinnovamento degli anni 2000, ha dato indicazioni molto precise per il servizio alla comunità cristiana di base che in Italia è sempre la parrocchia, nella sua vivacità e stanchezza, rinnovata missione e tentazione di adattamento, casa e palestra di santità».
Un legame sempre ricco quello con l’Azione Cattolica, ricordano ancora mons. Sigalini e il presidente Miano: «Dalla prima terna programmatica del ’78: culto della verità, ansia della santità, gioia dell’amicizia, fino alle tre consegne che ricordava da Castel Gandolfo nel 2004: “vorrei qui richiamare le tre consegne che a Loreto ho affidato all’Azione Cattolica: la contemplazione per camminare sulla strada della santità; la comunione per promuovere la spiritualità dell’unità; la missione per essere fermento evangelico in ogni luogo”».
Oggi che l’Azione Cattolica venera Giovanni Paolo II come beato, e può pregarlo per avere intercessione di amore verso Dio, ancora di più è viva la consapevolezza di una gratitudine a Dio per il dono grande che ci ha fatto e una fedeltà generosa ai suoi insegnamenti.

 
Presidenza Nazionale dell’Azione Cattolica
Comunicato Stampa
28 aprile 2011