VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

Domenica 24 Giugno

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

“Guardare avanti con Speranza”

 

Franco Miano riconfermato presidente nazionale ACI

 
E’ scoppiato un applauso spontaneo quando, mercoledì 25 maggio nel corso dell’assemblea generale della CEI, è stata data la notizia dell’avvenuta riconferma di Franco Miano, 50 anni, professore di bioetica all’ Università di Roma Torvergata, a presidente nazionale dell’ Azione Cattolica Italiana.
Gran parte dei vescovi italiani lo conosce di persona perché dal 2008 il Presidente si è fatto in lungo e in largo la nostra Penisola per visitare le oltre 200 associazioni diocesane e non ha mai mancato di incontrare e dialogare con i Pastori di quelle chiese locali. Anche a Vittorio Veneto è venuto più volte, per condividere il nostro dolore quando Piergiorgio ci ha lasciati “orfani” all’ improvviso, o per gioire e riflettere insieme in altre occasioni.
Lo abbiamo raggiunto telefonicamente mentre rientrava a casa a Pomigliano d’Arco (Napoli) al termine di un incontro della consulta nazionale delle aggregazioni laicali a Roma.
 
E allora presidente si ricomincia per un altro triennio? A Vittorio Veneto abbiamo tifato, pregato e gioito!
Grazie, grazie! Sono tantissimi i messaggi che sto ricevendo in questi giorni, segno della stima e della vicinanza di amici laici, presbiteri, vescovi, e di tanti rappresentanti di associazioni ecclesiali e di istituzioni pubbliche che guardano con rinnovata fiducia e simpatia all’ Azione Cattolica. Leggo queste attestazioni come un forte incoraggiamento a guardare avanti con speranza.
 
Quali auspici per questo nuovo inizio?
Mi piace citare, come già tre anni fa, la frase pronunciata nel 1964 da Vittorio Bachelet: “L’Azione Cattolica vorrebbe aiutare gli italiani ad amare Dio e ad amare gli uomini. Vorrebbe essere un semplice strumento attraverso il quale i cattolici italiani siano aiutati a vivere integralmente e responsabilmente la vita della Chiesa; e insieme a vivere con pieno rispettoso impegno cristiano la vita della comunità temporale e della convivenza civile”.
 
Quale messaggio per l’AC Vittoriese?
So che siete un’associazione vivace e propostiva, anche i numeri vi danno in crescita e siete in buona compagnia perchè anche l’associazione nazionale, dopo molti anni, ha il segno più. Ho visto il vostro calendario estivo e Diego mi ha confidato che i campi sono già quasi tutti esauriti. Spero di passare anch’io a darvi un saluto e magari a riposarmi un pò tra le mura ospitali di Cimacesta. Buona estate associativa e a presto!

 
di Francesca Zabotti
L’Azione, 5 giugno 2011