VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

luglio 2020
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031EC

NEWS ACVV

PRESIDENTE DIOCESANO
E' con gratitudine che accogliamo la comunicazione del Vescovo Corrado relativa alla nomina di Enrico Ioppo quale presidente diocesano di Azione Cattolica per il triennio 2020-23. Ringraziamo Enrico per la disponibilità data all'associazione, ci impegniamo a vivere nella corresponsabilità il servizio alla Chiesa e all'AC diocesana con generosità e dedizione. Buon lavoro e buon cammino a tutti noi! Emanuela con don Andrea.

TEMPO ESTATE ECCEZIONALE
lentamente e con prudenza stiamo facendo i primi passi per ricostruire nelle nostre comunità e associazioni parrocchiali opportunità di incontro e confronto. Il Consiglio diocesano di Azione Cattolica ha valutato la possibilità di aprire Casa Cimacesta all'esperienza estiva dei campiscuola, parte fondamentale dei nostri cammini formativi per piccoli e grandi. E' con grande tristezza che sospendiamo la proposta di calendario estivo elaborata per i mesi di giugno e luglio. Siamo in attesa di condizioni e disposizioni più vicine alle potenzialità di uso degli spazi della casa, per prendere in considerazione una eventuale apertura a famiglie e giovani nella seconda parte dell'estate. Prossimamente riceverete altre comunicazioni da parte delle commissioni circa proposte per attività estive alternative e fattibili fin d'ora. Voi stessi siete chiamati ad usare la vostra fantasia e creatività per promuovere tutto quello di cui c'è bisogno per fare del tempo estivo un tempo eccezionale per vivere l'amicizia, la formazione, l'essere Chiesa a partire dalle nostre parrocchie.

EVENTI

Estate Eccezionale 2020 Cammino Assembleare 2020 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Instagram AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

GMG: “ricolmi di gioia ora ci aspetta la quotidianità!”

 
 
Mezzo di trasporto: autobus. Ore di viaggio: 24. Sole cocente. Caldo, troppo caldo. Voglia di acqua fresca, ma in mancanza d’altro ti accontenti pure di quel goccio d’acqua calda che è rimasto nello zaino. Meta: una distesa arida di sabbia ed erba secca a Cuatro Vientos, per dormire sotto una coperta di nubi di un inaspettato temporale estivo. No, questa non è l’ambientazione di un film d’avventura, bensì del nostro viaggio a Madrid, della tanto discussa, amata, chiacchierata ed ormai famosa GMG.
Sorge spontaneo chiedersi: “Perchè mai fare tutta questa fatica?” Cosa può spingere tanta gente a rinunciare alle vacanze comode al mare, a sacrificare del tempo per lo studio o semplicemente a impegnare una settimana dell’estate per partecipare a quest’evento?
Quando ci chiedevano dove saremmo andati in vacanza la risposta era molto superficiale: “Madrid!”. Troppi dettagli potevano essere imbarazzanti, la parola GMG era solo per gli addetti ai lavori. Forse nemmeno noi eravamo troppo convinti.
Eppure, una volta là, una gran quantità di colori, lingue e culture ci accoglie, ci abbraccia, e scatta la voglia di fare nuove conoscenze. Abbiamo avuto al nostro fianco compagni che hanno davvero fatto qualcosa per noi rinunciando ad un po’ d’acqua, aiutandoci coi bagagli, facendoci ridere e divertire. Ci siamo resi conto di aver vissuto un’avventura, una di quelle storie da raccontare, non perché ricche di tante belle parole, ma perché piene di gesti veri, senza dubbio sinceri. L’aver condiviso, o meglio “diviso con” gli altri queste giornate, dai momenti più euforici all’umido e ventoso silenzio della veglia, ci ha arricchito, ha dimezzato le nostre fatiche, ci ha fatto sorridere degli imprevisti e dato la forza di cantare a squarciagola durante la notte per placare la pioggia.
Da un viaggio si torna sempre cambiati e il nostro non è stato da meno. Anche se a volte ci siamo lasciati trasportare dalla folla, seguendo la nostra bandiera, senza avere abbastanza tempo per fermarci a riflettere, l’esperienza ormai ci appartiene e giorno per giorno la gustiamo sempre di più. Perché non basta esserci stati: questa è solo la partenza! Svuotati dalla fatica e riempiti di entusiasmo ora ci aspetta nella quotidianità un vento molto più forte di quello che ci ha sorpreso a Cuatro Vientos. Un vento spesso contrario ma allo stesso tempo stimolante, arricchente e capace di farci cogliere in pienezza la vita.

 
di Emanuele, Marta e Alessandra
1 settembre 2011