VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

Domenica 24 Giugno

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

“Gmg, un dono prezioso
che dà speranza per futuro Chiesa”

 
 
“Ringrazio Dio per questo dono prezioso, che dà speranza per il futuro della Chiesa”. Con queste parole, Benedetto XVI ha parlato oggi nell’udienza generale a Castel Gandolfo dei giorni trascorsi a Madrid per la 26/a Giornata Mondiale della Gioventù. Il Papa ha definito quelli di Madrid “giorni straordinari”: “un evento ecclesiale emozionante, con circa due milioni di giovani da tutti i continenti che hanno vissuto una formidabile esperienza di fraternità, l’incontro con il Signore, una vera cascata di luce”.
 
Il Pontefice ha ringraziato quanti hanno lavorato per l’organizzazione della Gmg e ha espresso “riconoscenza” alle autorità e alle istituzioni spagnole. “Non posso dimenticare – ha sottolineato – la calorosa accoglienza che ho ricevuto dalle loro maestà, i reali di Spagna, come pure da tutto il paese”.
 
Ha quindi ricordato i vari momenti della Gmg, dal suo primo giorno nella capitale spagnola (“ho in mente l’entusiasmo incontenibile con cui i giovani mi hanno ricevuto nella Plaza de Cibeles”), agli incontri all’Escorial con le giovani religiose e i docenti universitari, dalla Via Cucis alla messa nella cattedrale madrilena della Almudena con i giovani seminaristi (“auspico che crescano le vocazioni al sacerdozio, e sono certo che anche a Madrid il Signore ha bussato alla porta del cuore di molti giovani perché lo seguano con generosità nella missione sacerdotale o nella vita religiosa”), fino alla veglia di preghiera e alla messa conclusiva nella spianata di Cuatro Vientos.
 
“Ho lasciato il Paese portando nel cuore questi giorni come un grande dono”, ha detto ancora il Pontefice. Secondo Benedetto XVI, “l’incontro di Madrid è stata una stupenda manifestazione della fede, per la Spagna, per il mondo e per noi tutti”. “Per la moltitudine di giovani provenienti da ogni angolo della terra – ha aggiunto – è stata un’occasione speciale per riflettere, dialogare, scambiarsi positive esperienze, e soprattutto pregare insieme e rinnovare l’impegno di radicare la propria vita in Cristo, amico fedele”.
 
“Sono certo che sono tornati alle loro case con il fermo proposito di essere lievito nella massa, portando la speranza che nasce dalla fede – ha concluso il Papa -. Da parte mia continuo ad accompagnarli con la preghiera affinché rimangano fedeli agli impegni assunti”.
 
Al termine dell’udienza Benedetto XVI ha annunciato i temi delle prossime Gmg. “Quella dell’anno prossimo, che si svolgerà nelle singole diocesi – ha detto il Papa -, avrà come motto ‘Siete sempre lieti nel Signorè, tratto dalla Lettera ai Filippesi”. “Mentre nella Giornata mondiale della Gioventù del 2013 a Rio di Janeiro – ha proseguito – il motto sarà il mandato di Gesù, ‘Andate e fate discepoli tutti i popolì”.
 
“Fin d’ora – ha aggiunto il Pontefice – affido alla preghiera di tutti la preparazione di questi appuntamenti molto importanti”.

 
Udienza Generale di Benedetto XIV
Avvenire, 24 agosto 2011