VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

Condividere il pane

 
 
Le tavole sono apparecchiate, l’acqua già bolle per la pasta con il ragù, la carne e la verdura per il secondo sono pronte, poi ci sarà il dolcetto “tipico”… a ruota seguiranno caffè e gelati.
Siamo a Cimacesta all’ora di pranzo delle domeniche dei genitori e siamo in tanti, quasi 500, anche attorno ad un altra “tavola” imbandita: l’altare della Messa che ci rimanda a un impegno concreto, ad una responsabilità di “comunione” con tutti.
La ricchezza di questi banchetti ci porta a pensare a quei fratelli che in tante parti del mondo non hanno pane, acqua e un posto a tavola.
Con le offerte raccolte durante le prime tre domeniche dei campi abbiamo voluto essere vicini all’Azione Cattolica di Agrigento impegnata in una prima accoglienza dei profughi in arrivo a Lampedusa.
Dove mangiano 470 persone… di certo si può trovare posto anche per qualche altro e così al momento dell’offertorio abbiamo condiviso questa attenzione di fraternità rendendola esplicita ai genitori.
Il presidente dell’Ac di Agrigento, Massimo Muratore, ci ha raccontato come l’associazione a Lampedusa sia impegnata quasi quotidianamente attraverso i suoi aderenti e ci ha comunicato diverse testimonianze: Due anziane hanno preparato e distribuito per giorni una minestra in piazza, sopra una panchina;quando è terminata l’emergenza, quasi quasi mancavano loro quelle giornate e sperano che il Signore sia rimasto contento.
Una famiglia ha preso in casa per 10 giorni un giovane tunisino e lo ha aiutato ad unirsi ai parenti al nord Italia.
Un’altra socia di Ac, con la sua famiglia, riferisce che non avevano più orari, pane a casa, tempo per la famiglia, perché si stava fuori ad aiutare. Era un’emergenza continua, ma hanno sperimentato davvero la fatica e la gioia di accogliere dei fratelli disperati.
Nelle prime tre domeniche a Cimacesta sono state raccolti 454,36 euro già fatti pervenire in Sicilia. L’ultimo appello di Massimo, presidente diocesano di Agrigento è: “Andate in ferie a Lampedusa per aiutare l’economia locale. E’ un’occasione per costruire fraternità e per sostenere un turismo solidale”.
Nelle domeniche successive, durante i campi del settore giovani e adulti, l’attenzione di fraternità e condivisione viene rivolta alla situazione del Pakistan, a sostegno del Progetto di Shabbaz Bhatti.

 
di Diego Grando
L’Azione, 7 agosto 2011