VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

dicembre 2018
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31EC

NEWS ACVV

Veglia associativa
Venerdì 7 dicembre, alla vigilia della solennità dell’Immacolata, nella chiesa di Tezze di Piave, con inizio alle 20.30, presieduta dal Vescovo Corrado, ci sarà la Veglia associativa diocesana. Sono invitati giovani ed adulti, responsabili, educatori e quanti vogliono prepararsi con intensità alla festa dell’Immacolata.

8 dicembre, festa dell’adesione
Nel giorno dell’Immacolata l’Azione Cattolica celebra la giornata dell’adesione. Le associazioni parrocchiali festeggiano nei modi più diversi, ma il momento comune e più significativo resta la benedizione delle tessere durante la Santa Messa.

Incontro Coordinamento foraniale e presidenti di Conegliano e Vittorio Veneto
I presidenti parrocchiali e il coordinamento foraniale di Conegliano e Vittorio Veneto si incontrano con la presidenza diocesana martedì 11 dicembre, alle 20.30, nella parrocchia di San Rocco a Conegliano.

Convegno nazionale educatori
"Chiamati a scoprire il sapore" il tema del Convegno nazionale educatori Acr che si svolge a Roma dal 14 al 16 dicembre prossimi. Accompagnati da don Paolo Astolfo, assistente diocesano Acr, vi parteciperanno 5 educatori della nostra diocesi.

Minicampo invernale
"Sogna, vinci, scegli" il titolo del mini campo invernale per 18enni e giovani dai 19 ai 30 anni. Si svolge a Nebbiù, nella Casa Apina Bruno e Paola Mari da venerdì 28 a sabato 29 dicembre. E' una nuova opportunità per vivere insieme un momento di formazione e festa, anche alla luce del Sinodo appena concluso. Per info: Ufficio Ac 0438/940374; Mirko 349/0059503.

EVENTI

Sogna, Vivi, Scegli Sinodo dei Giovani 2018 Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

CHE BELLO STARE INSIEME A CIMACESTA!

 
Per alcuni anni ho frequentato Cimacesta come ospite, durante le ferie dal Brasile. Mi sentivo a mio agio e, a volte, mi chiedevano qualche intervento, che volentieri attuavo. Quest’anno però mi hanno “incastrato”, invitandomi a fare l’assistente al campo dei ragazzi di 4° e 5° elementare dal 23 al 30 giugno, con l’empatica capocampo Martina De Nadai.
Ho trovato quel clima di famiglia che qualifica l’AC e smentisce, in parte, la rottura di trasmissione di valori tra le generazioni, di cui tanto si sente parlare. Tra il serio ed il faceto dicevo: “Se sento qualcuno parlare male dei giovani e dei ragazzi d’oggi, gli do per penitenza di salire a piedi fino a Cimacesta, dove si accorgerà del peccato compiuto”. Ho ammirato ed invidiato l’impegno degli animatori, la dedizione e pazienza con i bambini, la passione per le attività, la resistenza fisica e psichica al lavoro. Il tutto sostenuto dalla preghiera in comune e dall’impegno apostolico.
Mi ha incantato la freschezza dei 92 “piccoli”, che preferisco chiamare ”ragazzi” dopo la prima Comunione. Ci sono state inevitabili smagliature, capricci e lievi incidenti di percorso, che hanno comunque messo in risalto la positività complessiva del Campo.
Dal punto di vista formativo ho trovato fantastica la proposta del profeta Giona, quello della balena, tanto per capirci. Nelle varie attività abbiamo cercato di collegare la figura di Giona con quella di Gesù, affinché tutti sentissero il fascino di Colui che si è proclamato: “qui vi è uno più grande di Giona” (Matteo 12, 41). Indimenticabile l’escursione alla cascata di Fanes, in un clima di allegria e di contatto con la natura. “Strabella”, come ha commentato una bambina, la celebrazione della Santa Messa al campo, che mi ha ricordato quelle brasiliane, con in più la splendida cornice delle Dolomiti.
Ho constatato che: “Se crei il clima, passa il messaggio”.
Il campo ci ha insegnato che possiamo diventare annunciatori di speranza, veri profeti, non svogliati e brontoloni come Giona, ma generosi e gioiosi come Gesù, il grande amico e modello di vita per tutti: piccoli e grandi.
Sia ringraziato il Signore per questa esperienza di vita e di fede. Auguro all’AC di continuare su questo cammino di speranza per un mondo nuovo.

 
di Don Domenico Salvador
L'Azione, 24 luglio 2011