VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

Domenica 24 Giugno

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

Bagnasco: «Grazie per il dono dell’Azione Cattolica»

 
«Volentieri porto la vicinanza affettuosa e incoraggiante dei vescovi italiani». Così il presidente della Conferenza episcopale italiana, card. Angelo Bagnasco, si è rivolto questa mattina all’Ac, nell’omelia della Messa, «certo che le decisioni maturate in questi giorni sono state guidate dalla vostra preghiera e dall’amore per la Chiesa: è questo che rende viva e vitale l’Azione cattolica».
«La cura della vita spirituale attraverso la preghiera e la vita sacramentale, la conoscenza amorosa e docile delle Scritture, del Catechismo della Chiesa cattolica, della Dottrina sociale, del Magistero, la faticosa e severa intelligenza della storia nei suoi movimenti e complessità, il servizio e la testimonianza ­ ha aggiunto ­ costituiscono gli elementi irrinunciabili dell’itinerario formativo ai vari livelli di età». Criteri, ha precisato, «che richiedono tempo, costanza e anche fatica», ma senza dei quali ogni analisi del presente rischia di essere vuota e «la presenza dei cattolici nella storia» viene resa «inadeguata, incapace di porre un giudizio di valore sulle cose, e quindi inefficace rispetto all¹imperativo di essere lievito e sale». Riflettendo sull’episodio evangelico dei discepoli di Emmaus, infine, il card. Bagnasco ha ricordato che «la fede, come la gioia, non si può trattenere, deve essere condivisa, perché un bene
o è condiviso, o non è bene». Al termine della celebrazione Bagnasco ha ringraziato il Signore «per il dono della nostra associazione».

 
Assemblea Nazionale dell’Azione Cattolica
domenica 8 maggio

 
 
Vedi tutti i dettagli sull’XIV Assemblea Nazionale dell’Azione Cattolica Italiana.