VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

ISCRIZIONI CAMPI ESTATE 2019
sono aperte le iscrizioni ai campi per quanti, ragazzi, giovani ed adulti anche per i non iscritti all'Azione Cattolica, desiderano parteciparvi. Per info: Ufficio diocesano 0438/940374, sito www.acvittorioveneto.it.

Campi Estate 2019
Mercoledì 12 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo che vede la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero con bambini delle prime tre classi elementari (i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare; tutti saranno impegnati a scoprire la figura di Davide - cantautore di Dio. Venti sono le parrocchie di provenienza, nove gli educatori con Giulia Busiol capocampo, don Adriano Zanette assistente, Lorenzo Rizzi cuoco e Michela Pasini capicasa. Mercoledì 26 giugno prosegue l'estate a Casa Cimacesta con l'arrivo di 80 ragazzi di terza, quarta e quinta elementare provenienti da 19 parrocchie della diocesi. La figura che farà da filo conduttore alle attività di tutta la settimana sarà Davide, cantaudore di Dio. Nove gli educatori con don Mirco Miotto assistente, Fanny Mion capocasa e Franca Muner cuoca.

EVENTI

Festa Unitaria 2019 - Sapore di Sale Incontro Nazionale Adultissimi - Di Generazione In Generazione Estate Eccezionale 2019 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

Azione Cattolica,
la consapevolezza di un cammino condiviso


Scheda storica del cammino dell’Azione Cattolica


 
– Un’ Associazione che nasce con la Nazione italiana: gli anni ’60 dell’Ottocento, la condivisione di un’identità nazionale fin dagli inizi.
– Un’Associazione che nasce già ‘italiana’: la GIAC, Gioventù ‘Italiana’ di AC; le bandiere italiane nelle sedi dei circoli di AC.
– Un’Associazione che condivide l’intero cammino del popolo italiano verso un’identità nazionale e verso una democrazia costituzionale e parlamentare.
– Un’Associazione che sollecita l’impegno dei cattolici italiani nella vita pubblica: dal ‘non expedit’ al Partito popolare, dall’azione formativa all’azione sociale, dalla partecipazione alla vita amministrativa alla realizzazione delle istituzioni politiche rappresentative.
– Un’AC che sostiene il popolo nel combattere i ripetuti attacchi alla democrazia e alla frammentazione ideologica e sociale: Toniolo e la Rerum Novarum, il fascismo, la Resistenza (con le tante figure di giovani che lottano per la libertà, come Gino Pistoni…), l’impegno sociale nel sindacato e nelle associazioni professionali e di categoria, la Democrazia Cristiana, la Repubblica, la Costituzione (De Gasperi, La Pira, Fanfani, Dossetti, Lazzati…), l’impegno nella cultura e nella comunicazione, la lotta al terrorismo (Moro, Bachelet…) e per la legalità (Livatino…).
– Un’AC nella quale si esprime significativamente la voce e l’impegno delle donne (la GF, l’Unione Donne) e dei giovani (GIAC, GF e FUCI) per le vicende del Paese.
– Un’AC che si da progressivamente un volto unitario, una struttura rappresentativa del laicato cattolico sull’intero territorio nazionale, un metodo e strutture democratiche al suo interno.
– Un’AC che sa educare all’unità fra le varie aree del Paese (Nord e Mezzogiorno, centro e periferia, diocesi e Centro nazionale) e che sa educare, su ogni questione, alla ricerca del bene comune.
– Un’AC che contribuisce al rinnovamento della Nazione italiana e della Chiesa che è in Italia: dal codice di Camaldoli alla Costituente, dal Concilio Vaticano II (Bachelet,Veronese, Montini, Costa…) alla sua attuazione. l’AC che si da una struttura nazionale e articolata sul territorio per corrispondere al cammino della chiesa e del paese (associazioni diocesane, parrocchiali, delegazioni regionali)
– Un’AC che contribuisce allo sviluppo di una sensibilità planetaria e colloca sempre la sua riflessione in una prospettiva universale (i Congressi mondiali per l’Apostolato dei Laici, la nascita e lo sviluppo delle Nazioni Unite, il FIAC ( Forum Internazionale di AC …).

 
A cura di Vittorio Rapetti (diocesi di Acqui Terme – Alessandria)
ed Enzo Cacioli (diocesi di Fiesole – Firenze)
L’Azione, 6 febbraio 2011