VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa. Mercoledì 4 luglio al via il terzo campo per Casa Cimacesta. Ottantadue sono i ragazzi di prima e seconda media che vi partecipano, provenienti da venticinque diverse parrocchie della diocesi, nove gli educatori guidati dal capocampo Roberto Amadio e dall'assistente don Andrea Dal Cin, con Mariuccia Nardin capocasa e AnnaRita Barzan cuoca.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

L’adesione occasione di incontro e di cura delle relazioni

AC… non solo tessere!

 
L’adesione all’Azione Cattolica non è pagare una tessera, ma è innanzitutto una scelta. E’ la scelta di percorrere il cammino formativo dell’Azione Cattolica. E’ un sì per essere corresponsabili e protagonisti della vita della Chiesa. E’ un si che rinnova il proposito di portare tanti uomini e donne, giovani e bambini, all’incontro con il Signore. E’ un sì ad una storia arricchita da tante persone che l’hanno custodita nelle nostre comunità. E’ un sì a far parte di una lunga ricca storia di santità.
L’invito ad associarsi all’Ac coinvolge tutti in AC, ma viene curato soprattutto dalla presidenza parrocchiale. Ecco alcune attenzioni che vanno ricordate:
L’adesione è un occasione d’incontro. Non perdiamo quest’opportunita di consolidare la rete di relazioni buone che arricchisce la nostra comunità.
Non si dimentichi nessuno! Prima che qualche persona rinunci all’adesione, è bene chiedersi se sia stato fatto tutto il possibile per evitarlo, se non ci sia invece chi si aspetta di essere compreso e ri-motivato, di sentirsi nuovamente invitato, o semplicemente avvicinato e ascoltato.
Cura dell’Identità associativa. Tanti partecipano alle attività senza tesserarsi, o talvolta in modo discontinuo. Per loro, e nel caso dei piccoli per i loro genitori, è possibile pensare un percorso per conoscere meglio l’Azione cattolica.
C’è ancora posto! Molte persone attorno a noi non attendono altro che di essere coinvolte nella vita associativa, per gustare la bellezza di un’esperienza comunitaria, che ha formato e continua a formare cittadini degni del Vangelo. Largo dunque alla passione e alla fantasia, che con generosità diventa proposta alle persone che colgono che c’è di più nel vivere insieme la fede.
Si possono proporre progetti e attività specifiche dedicate a chi è ai margini: comunicare la bellezza dell’Ac nella relazione personale, ricordare che l’Ac c’è, incontrare i vecchi responsabili per rimotivarli e per avere suggerimenti, proporre la partecipazione ad iniziative dei gruppi Ac a chi non è associato ma già impegnato in attività parrocchiali (catechisti, animatori del grest, lettori, cantori, persone che svolgono servizi per tenere bene la chiesa e le strutture parrocchiali, …), inventare momenti conviviali dove si presenta l’Ac, restituire in parrocchia le iniziative foraniali e diocesane con foto video e sintesi, far conoscere le guide e la stampa, scambiare idee con altre associazioni parrocchiali e comunicare quanto si fa anche attraverso il sito diocesano, L’Azione, Il Nostro impegno, StartAc, ….

 
di Michele Nadal e Valerio De Rosso
L’Azione, 23 ottobre 2011

 
 
Vedi i dettagli del Tesseramento 2012