VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

Domenica 24 Giugno

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

Aderire è prendersi cura

 
Se guardiamo nel dizionario, alla voce “ADERIRE” ci vengono proposti due significati: “essere strettamente unito a qualcuno o qualcosa” e “accogliere con favore, appoggiare”.
In questi giorni siamo chiamati a fare una scelta di appartenenza, aderire all’Azione Cattolica non significa pagare una quota e ricevere una tessera. Quel pezzetto di cartoncino porta con sé l’essere strettamente uniti che deve contraddistinguere gli aderenti di AC. Unione che significa desiderio di accompagnare, dare forza, appoggiare ogni membro, ma anche appoggiare e condividere lo stile della proposta. Prendersi cura di ciascuno, perché nessuno vada perduto. Certo, tutto questo è possibile viverlo anche senza una tessera in mano. Ma quella tessera è l’impegno formale che ci prendiamo, avendola tra le mani non possiamo più nasconderci dietro agli impegni lavorativi, di studio, familiari. Con quel pezzo di carta diciamo “SI”, accetto di contribuire a sostenere anche materialmente questa famiglia, perché possa crescere e sia in grado di darmi tutti gli strumenti necessari per formarmi all’interno della comunità cristiana.
Aderendo all’AC, ci impegniamo a prenderci cura di chi ci viene affidato, non perché lo abbiamo scelto, ma semplicemente perché è parte della nostra stessa famiglia, ha detto il nostro stesso “SI”.

 
di Chiara Basei
L’Azione, 23 ottobre 2011

 
 
Vedi i dettagli del Tesseramento 2012