VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

gennaio 2019
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031EC

NEWS ACVV

Orchestriamo la Pace
Giunta all'ottava edizione, l’Azione Cattolica di Vittorio Veneto propone una serata in cui giovani e adulti si scambiano idee e speranze di pace attraverso i segni e i suoni del mondo musicale. L'appuntamento Orchestriamo la Pace è sabato 19 gennaio 2019 in patronato a Motta di Livenza. L'evento, che quest'anno si avvale della collaborazione con il Centro Studi La Pira, inizia alle ore 20.00 con un buffet aperto a tutti per proseguire poi con lo spettacolo musicale a partire dalle 21.00. Le esibizioni musicali e le forme artistiche presentate avranno come sfondo il tema del messaggio del Papa per la giornata mondiale per la Pace “La buona politica al servizio della pace". Ingresso libero.

Feste della Pace
A conclusione del Mese della Pace, vengono organizzate le feste foraniali per la Pace. Questo il calendario: domenica 20 gennaio: a Campodipietra per Mottense - Torre di Mosto e a Cordignano per Pedemontana. Sabato 26 gennaio a Vazzola per La Colonna. Domenica 27 gennaio a Sacile per Sacilese e a Piavon per Opitergina. Domenica 10 febbraio a Gaiarine per Pontebbana. Durante le feste verrà proposta l'iniziativa "Abbiamo riso per una cosa seria" che sostiene progetti che promuovono l'agricoltura familiare dei contadini del nord e del sud del mondo, contro lo sfruttamento del lavoro e del territorio. Ci saranno a disposizione delle confezioni sottovuoto di riso da 500 grammi.

Incontro Coordinamento foraniale e presidenti della forania Opitergina
I presidenti parrocchiali e il coordinamento della forania Opitergina si incontrano con la presidenza diocesana giovedì 31 gennaio, alle 20.30, nella parrocchia di Lutrano, sale dell'oratorio.

EVENTI

Incontro Presidenti Parrocchiali Triveneto OrchestriAmo La Pace 2019 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

5 x 1000
 
5×1000: l’Ac si fa in quattro!

 
La Fondazione Apostolicam Actuositatem – Editrice AVE è anche quest’anno tra i beneficiari del 5×1000 dell’IRPEF 2010.

 
La Fondazione, oltre a sostenere il progetto formativo dell’Azione Cattolica Italiana con strumenti di promozione culturale, è anche un’organizzazione no profit che persegue alcuni progetti solidali; per il 2011 ha individuato una pluralità di obiettivi nei molti progetti che l’Associazione ha in cantiere, dai più recenti a quelli ormai consolidati.

  • La cura educativa nelle sue molte declinazioni: la formazione degli educatori, lo sviluppo umano e cristiano dei piccoli, l’attenzione alla famiglia, l’accoglienza degli studenti fuorisede, il sostegno dei progetti di lavoro e di volontariato… E poi i grandi eventi che scandiscono il cammino dell’Associazione, come l’incontro con Benedetto XVI a Roma il 30 ottobre 2010.
  • A Spello: la ricostruzione del Convento di San Girolamo è ormai conclusa, anche con l’aiuto delle migliaia di firme del 5×1000 raccolte nel 2010, ed ora la Casa di spiritualità è attiva e va valorizzata, resa funzionante ed ospitale
  • Nella immensa Federazione Russa, dove i dati sull’infanzia in stato di abbandono sono preoccupanti, i ragazzi dell’Ac sostengono alcuni progetti nella Russia siberiana gestiti dalle Suore Ancelle dell’Immacolata Concezione e il centro per i ragazzi di strada di San Pietroburgo
  • In Burundi da anni l’Ac è presente con l’iniziativa di adozione scolastica, perché l’istruzione sia il primo gradino a cui possano accedere senza difficoltà tutti i bambini del paese, con buoni insegnanti e un pasto al giorno

 
Questi ed altri progetti, queste ed altre storie cresceranno con la tua firma: per devolvere il 5×1000 dell’IRPEF basta firmare nel modello della dichiarazione dei redditi (CUD, UNICO, 730) il riquadro dedicato al sostegno al volontariato, delle associazioni e fondazioni riconosciute ed inserire il codice 96306220581.
 
Chi invece non è obbligato a presentare la dichiarazione perché è titolare solo di reddito da pensione o da lavoro dipendente può ugualmente firmare recandosi alla Posta o ad un CAF, dove riceverà assistenza gratuita.
 
Ti ricordiamo che è attiva anche nel 2011 la convenzione con i CAF ACLI, che prevede in tutta Italia per gli aderenti all’Ac e i loro familiari uno sconto su tutti i servizi erogati: telefona al tuo Centro diocesano per conoscere la sede a te più vicina o controlla sul sito dell’Ac.
 
Firma anche tu: è un contributo unico e importante, come te!
 
 
La scelta è compatibile con l’8×1000, che ti invitiamo a devolvere a favore della Chiesa cattolica.