VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

dicembre 2011
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa. Mercoledì 4 luglio al via il terzo campo per Casa Cimacesta. Ottantadue sono i ragazzi di prima e seconda media che vi partecipano, provenienti da venticinque diverse parrocchie della diocesi, nove gli educatori guidati dal capocampo Roberto Amadio e dall'assistente don Andrea Dal Cin, con Mariuccia Nardin capocasa e AnnaRita Barzan cuoca.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

Vangelo della Domenica
della Solennità di Maria Santissima Madre di Dio

 
Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca.
Andarono dunque senz’indugio e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, che giaceva nella mangiatoia.
E dopo averlo visto, riferirono ciò che del bambino era stato detto loro.
Tutti quelli che udirono, si stupirono delle cose che i pastori dicevano.
Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore.
I pastori poi se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com’era stato detto loro. Quando furon passati gli otto giorni prescritti per la circoncisione, gli fu messo nome Gesù, come era stato chiamato dall’angelo prima di essere concepito nel grembo della madre.
 
(Solennità di Maria Santissima Madre di Dio, 1 gennaio 2012 – Anno B – Lc 2,16-21)

 

Lascia un commento:
cosa dice questo brano a Te, alla Tua quotidianità, alla Tua vita di giovane/adulto che crede?

 

Vangelo della Domenica del Natale del Signore

 
Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Giovanni.
In principio era il Verbo, il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio.
Egli era in principio presso Dio:
tutto è stato fatto per mezzo di lui, e senza di lui niente è stato fatto di tutto ciò che esiste.
In lui era la vita e la vita era la luce degli uomini;
la luce splende nelle tenebre, ma le tenebre non l’hanno accolta.
Venne un uomo mandato da Dio e il suo nome era Giovanni.
Egli venne come testimone per rendere testimonianza alla luce, perché tutti credessero per mezzo di lui.
Egli non era la luce, ma doveva render testimonianza alla luce.
Veniva nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo.
Egli era nel mondo, e il mondo fu fatto per mezzo di lui, eppure il mondo non lo riconobbe.
Venne fra la sua gente, ma i suoi non l’hanno accolto.
A quanti però l’hanno accolto, ha dato potere di diventare figli di Dio: a quelli che credono nel suo nome,
i quali non da sangue, né da volere di carne, né da volere di uomo, ma da Dio sono stati generati.
E il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi; e noi vedemmo la sua gloria, gloria come di unigenito dal Padre, pieno di grazia e di verità.
Giovanni gli rende testimonianza e grida: «Ecco l’uomo di cui io dissi: Colui che viene dopo di me mi è passato avanti, perché era prima di me».
Dalla sua pienezza noi tutti abbiamo ricevuto e grazia su grazia.
Perché la legge fu data per mezzo di Mosè, la grazia e la verità vennero per mezzo di Gesù Cristo.
Dio nessuno l’ha mai visto: proprio il Figlio unigenito, che è nel seno del Padre, lui lo ha rivelato.

(Vangelo della Domenica di Natale, 25 dicembre 2011 – Anno B – Gv 1,1-18)

 

Lascia un commento:
cosa dice questo brano a Te, alla Tua quotidianità, alla Tua vita di giovane/adulto che crede?

 

Vangelo della IV Domenica di Avvento

 
Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca.
Nel sesto mese, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret,
a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria.
Entrando da lei, disse: «Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te».
A queste parole ella rimase turbata e si domandava che senso avesse un tale saluto.
L’angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio.
Ecco concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù.
Sarà grande e chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre
e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».
Allora Maria disse all’angelo: «Come è possibile? Non conosco uomo».
Le rispose l’angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te, su te stenderà la sua ombra la potenza dell’Altissimo. Colui che nascerà sarà dunque santo e chiamato Figlio di Dio.
Vedi: anche Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia, ha concepito un figlio e questo è il sesto mese per lei, che tutti dicevano sterile: nulla è impossibile a Dio».
Allora Maria disse: «Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto». E l’angelo partì da lei.
(Vangelo della IV Domenica di Avvento, 18 dicembre 2011 – Anno B – Lc 1,26-38)

 

Lascia un commento:
cosa dice questo brano a Te, alla Tua quotidianità, alla Tua vita di giovane/adulto che crede?

 

Vangelo della III Domenica di Avvento

 
Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Giovanni.
Venne un uomo mandato da Dio e il suo nome era Giovanni.
Egli venne come testimone per rendere testimonianza alla luce, perché tutti credessero per mezzo di lui.
Egli non era la luce, ma doveva render testimonianza alla luce.
E questa è la testimonianza di Giovanni, quando i Giudei gli inviarono da Gerusalemme sacerdoti e leviti a interrogarlo: «Chi sei tu?».
Egli confessò e non negò, e confessò: «Io non sono il Cristo».
Allora gli chiesero: «Che cosa dunque? Sei Elia?». Rispose: «Non lo sono». «Sei tu il profeta?». Rispose: «No».
Gli dissero dunque: «Chi sei? Perché possiamo dare una risposta a coloro che ci hanno mandato. Che cosa dici di te stesso?».
Rispose: «Io sono voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del Signore, come disse il profeta Isaia».
Essi erano stati mandati da parte dei farisei.
Lo interrogarono e gli dissero: «Perché dunque battezzi se tu non sei il Cristo, né Elia, né il profeta?».
Giovanni rispose loro: «Io battezzo con acqua, ma in mezzo a voi sta uno che voi non conoscete,
uno che viene dopo di me, al quale io non son degno di sciogliere il legaccio del sandalo».
Questo avvenne in Betània, al di là del Giordano, dove Giovanni stava battezzando.
(Vangelo della III Domenica di Avvento, 11 dicembre 2011 – Anno B – Gv 1,6-8.19-28)

 

Lascia un commento:
cosa dice questo brano a Te, alla Tua quotidianità, alla Tua vita di giovane/adulto che crede?

 

GMG

GMG… UNA GIOIA CHE RESISTE!

 
 
Carissimi AMICI alla Gmg di Madrid.
Sono trascorsi ormai un po’ di mesi dalla straordinaria esperienza della Giornata Mondiale della Gioventù di Madrid ma la gioia arde ancora nel cuore ed è a dir poco contagiosa.
L’entusiasmo e la voglia di incontrarci nuovamente è grande e per questo motivo abbiamo pensato ad un bellissimo RITROVO GMG che si terrà il
 

23 DICEMBRE 2011
ORE 20.00
 
PRESSO “LA NOSTRA FAMIGLIA “ DI CONEGLIANO

 
 
Sarà un momento di condivisione e di incontro per ricordare, rimotivare e rinnovare il nostro SI a quanto ci è stato detto dal Papa: “Custodite la fiamma che Dio ha acceso nei vostri cuori in questa notte: fate in modo che non si spenga, alimentatela ogni giorno, condividetela con i vostri coetanei che vivono nel buio e cercano una luce per il loro cammino. Grazie!”.
Questo un piccolo assaggio dei tanti momenti significativi che ricorderemo di Madrid, ma ce ne saranno tanti altri…
In attesa di vederci, vi auguriamo di cuore un buon cammino di Avvento e vi proponiamo un’iniziativa che può aiutare a vivere bene questo tempo speciale di Attesa.
 

ESERCIZI SPIRITUALI GIOVANI E ADULTI
Giovendì 8 – domenica 11 Dicembre 2011, Conegliano, Oasi di Santa Chiara – Rel.: S.E Mons. Ovidio Poletto
 
WEEKEND DELLO SPIRITO PER GIOVANISSIMI E 14-15ENNI (1^-2^ e 3^ superiore)
Sabato 17 – domenica 18 dicembre 2011, Vittorio Veneto, Casa di Spiritualità San Martino – Rel.: don Alessandro Ravanello
 
 
A prestissimo.
Un caro saluto e un abbraccio a tutti.
 
Jane con don Luigino
 

L'Ultimo e/è il Primo 2011-2012

 
La Pastorale Giovanile di Vittorio Veneto, in collaborazione con il Centro Diocesano Vocazioni, il Seminario Vescovile, l’Azione Cattolica, la Nostra Famiglia di Conegliano e l’AGESCI di Vittorio Veneto, propone:
 

“L’Ultimo e/è il Primo 2011-2012 “


una proposta di servizio, condivisione e preghiera, per i giovani dai 18 ai 35 anni, che intendono vivere in modo diverso gli ultimi giorni dell’anno, insieme a chi altrimenti sarebbe solo e senza festa, in varie strutture e realtà presenti nella nostra Diocesi. Non sono richieste particolari abilità: solo la disponibilità ad “essere semplicemente accanto”, con un sorriso, una canzone, una tombola…
 
 
QUESTO IL PROGRAMMA
 
venerdì 30 dicembre 2011

  • ore 10.00: arrivi e sistemazione presso il Seminario Vescovile di Vittorio Veneto;
    conoscenza e preghiera insieme;
  • pomeriggio: visita e conoscenza delle diverse realtà di servizio;
  • sera: tempo insieme

sabato 31 dicembre 2011

  • mattina: preghiera, lavoro organizzativo e preparazione;
  • pomeriggio: servizio nelle diverse realtà e strutture;
  • sera: veglia di preghiera in Seminario, presieduta dal Vescovo;
    auguri e rinfresco!

domenica 1 gennaio 2012

  • ore 10.30: Santa Messa;
    saluti e conclusione.

 
E’ possibile scaricare il manifesto, il la locandina e anche iscriversi direttamente dal form.