VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

novembre 2011
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930EC

NEWS ACVV

ISCRIZIONI CAMPI ESTATE 2019
Sono aperte le iscrizioni ai campi per i ragazzi e i giovani iscritti all'Azione Cattolica. Vi attendiamo, nel desiderio di accogliere al meglio ogni richiesta di partecipazione ai campi, perché questo è l'obiettivo del Tempo Estate Eccezionale!

A Susegana adorazione eucaristica nella notte del Giovedì santo
Anche quest’anno l’Azione Cattolica di Susegana e Crevada propone l’Adorazione Eucaristica notturna, dopo la Messa del giovedì Santo, 18 aprile, nella chiesa di Susegana, dalle ore 22 alle 7 del mattino successivo. Il tema “Dio chiama chi ama..." aiuterà ad approfondire diversi episodi del Vangelo, in particolare alcune chiamate fatte da Gesù. Spunti e riflessioni sono proposti dai giovani.

Si riapre Casa Cimacesta
Al via, nei weekend 25-26 maggio e 1-2 giugno a Cimacesta, gli interventi per riaprire la Casa dell’Azione Cattolica diocesana. Chiunque volesse rendersi disponibile lo comunichi in ufficio. tel 0438.940374 o e-mail: segreteria@acvittorioveneto.it. Grazie.

EVENTI

Festa Unitaria 2019 - Sapore di Sale Estate Eccezionale 2019 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Giovanni Battista

 

Vangelo della II Domenica di Avvento

 
Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Marco.
Inizio del vangelo di Gesù Cristo, Figlio di Dio.
Come è scritto nel profeta Isaia: Ecco, io mando il mio messaggero davanti a te, egli ti preparerà la strada. Voce di uno che grida nel deserto: preparate la strada del Signore, raddrizzate i suoi sentieri, si presentò Giovanni a battezzare nel deserto, predicando un battesimo di conversione per il perdono dei peccati.
Accorreva a lui tutta la regione della Giudea e tutti gli abitanti di Gerusalemme. E si facevano battezzare da lui nel fiume Giordano, confessando i loro peccati.
Giovanni era vestito di peli di cammello, con una cintura di pelle attorno ai fianchi, si cibava di locuste e miele selvatico e predicava: «Dopo di me viene uno che è più forte di me e al quale io non son degno di chinarmi per sciogliere i legacci dei suoi sandali. Io vi ho battezzati con acqua, ma egli vi battezzerà con lo Spirito Santo».
(Vangelo della II Domenica di Avvento, 4 dicembre 2011 – Anno B – Mc 1,1-8)

 

Lascia un commento:
cosa dice questo brano a Te, alla Tua quotidianità, alla Tua vita di giovane/adulto che crede?

 

Carissimi vi mando questa email per comunicarvi che questa sera è mancato il papà di Ubaldo. Si è spento serenamente. Con grande affetto siamo vicini al carissimo Ubaldo e a tutta la sua famiglia, lo siamo condividendo il dolore ma ancor più rinnovando insieme la speranza che viene dalla fede e che ci fa leggere il distacco da questa terra come la nascita al cielo del suo papà.
 
Il Santo Rosario si terrà sabato 26 alle ore 20.00 e la Santa Messa esequiale domenica alle ore 15.00 nella chiesa parrocchiale di Orsago.
 
Un caro saluto, don Pierpaolo
25 novembre 2011
 

Magnificat!

260 educatori al primo modulo formativo

 
Questa settimana fermiamoci un istante: ferme le idee del Laboratorio della Comunicazione, ferme le penne e le tastiere dei computer, ferme le pagine delle agende, fermi gli orologi…
Fermiamoci per rendere grazie,abbiamo ben 260 motivi per farlo! Come Presidenza diocesana, come associazione tutta ma anche come Chiesa è giusto leggere i segni di grazia nella presenza di 260 educatori giovani e adulti che sabato scorso, 19 novembre, si sono mossi dalle loro case e dalle loro parrocchie per vivere insieme un incontro di formazione.
 
Lo slogan che l’Azione Cattolica ha scelto per questo triennio “Ecco ora il momento favorevole” e che abbiamo sentito spesso ripetere nelle ultime settimane negli incontri con le foranie, sabato ha preso forma. Il tempo favorevole si è fatto presente. Questi nostri aderenti si sono davvero dimostrati “Pietre Vive”, capaci di cogliere il percorso diocesano di formazione, nelle sue declinazioni (REd-New REd e REd Gold), come un’occasione propizia per lasciarsi modellare e per costruire il progetto di Dio.
 
Il tema della giornata di sabato era impegnativo Vivere e Comunicare il Vangelo.
Ciò che è servito da forte richiamo è lo sfondo entro il quale le azioni del vivere e comunicare si concretizzano, la parola chiave della giornata, ossia la comunità.
È infatti dentro la comunità che siamo chiamati a riconoscere e valorizzare i talenti di ciascuno ed è all’interno di quella stessa comunità, anche quando le fatiche ci sembrano tante, che siamo chiamati a camminare, a stare dentro con la nostra testimonianza e la cura.
 
Un educatore di AC lo sa bene: ci vuole tenacia nell’esperienza quotidiana di fedeltà, ma ci vuole anche preparazione; perciò è fondamentale provvedere alla propria formazione. Perché allora scrivere un articolo come questo se un educatore sa già che è un gesto d’amore decidere di formarsi?
Perché un centinaio di ragazzi tra i 16 e i 19 anni, più di cento giovani e cinquanta adulti che, a livelli diversi, lavorano e riflettono per un pomeriggio intero attorno ad uno stessa tema non sono cosa da poco!
 
È bene sottolineare l’eccezionalità di questi numeri, non tanto per i numeri in sé ma perché corrispondono a tanti giovani e adulti che hanno deciso di impegnarsi in prima persona in una proposta alta come quella della sequela; a dispetto dell’opinione comune che li vuole disinteressati e indifferenti a tutto. Impossibile non ripensare a quel “Magnificat” scandito dal nostro presidente Diego al termine di un’ estate ricca di persone a cui dire grazie per il generoso servizio svolto in associazione. È trascorso qualche mese, ma tanti continuano, spesso nel silenzio, a spendersi. Ecco allora perché é giusto dare voce a questa riserva di bene che non si esaurisce ma sceglie di alimentarsi continuamente.
Questo è il tempo favorevole, il tempo in cui vivere intensamente con le comunità nella testimonianza e nel confronto ed è bello averlo colto e condiviso con i nostri educatori. Grazie!!!

 
di Giulia Diletta Ongaro
L’Azione, 27 novembre 2011

 
 

“PUNTA IN ALTO!”


 
È questo lo slogan che accompagna il nuovo cammino di bambini e ragazzi dell’Azione Cattolica per quest’anno. Ed il mese del Ciao è il tempo iniziale in cui i ragazzi scoprono la bellezza di appartenere alla grande famiglia insieme a giovani e adulti.
E noi dell’Azione Cattolica dell’Unità Pastorale di Codognè e Cimetta abbiamo avuto la testimonianza di questo camminare insieme. Non solo ACR allora, per la Festa del Ciao, ma anche Giovani e Adulti.
 
Momento centrale della giornata, la santa messa a Cimetta, dove la festa si è svolta. Tutti insieme, intorno all’altare, dove il pane ed il vino si fanno corpo e sangue di Cristo. Ed è stato davvero bello vedere poi tutta quella gente pranzare e giocare insieme nel pomeriggio… Quasi 200 persone insieme, per “Puntare in alto” insieme al Signore!
 
Ciò che ha riempito il mio cuore e quello degli altri educatori dell’Unità Pastorale di gioia, è vedere quanto, tornando a casa, i ragazzi erano felici dopo la bella giornata di festa; perché i veri protagonisti sono stai proprio loro!
Il mio augurio più sincero è quello di Puntare sempre in alto perché solo il Signore, che non ci fa mai mancare la sua presenza, ci indica la strada giusta da percorrere.

 
di Giulia Secco (Parrocchia di Codognè)
mercoledì 2 novembre 2011

 
 

Convegno Diocesano 2011-2012
 
Convegno ecclesiale diocesano 2011-12

“Abita la terra e vivi con fede”

Testimoniamo e annunciamo l’amore di Dio per l’uomo

 
Presentazione del Vescovo
 
Già nel 2008, presentando il triennio sul Battesimo, veniva preannunciata la celebrazione di un Convegno. Giunti alla conclusione del terzo anno, ci prepariamo a questo evento ecclesiale che si svolgerà attraverso fasi successive che avranno il loro momento culminante nella Quaresima del prossimo anno. Durante i mesi precedenti svolgeremo un lavoro di riflessione e di ricerca che mi auguro possa coinvolgere il più alto numero possibile di persone e di realtà ecclesiali.
Non abbiamo – ovviamente – la pretesa che questo Convegno risolva tutti i problemi e le difficoltà che incontriamo. Abbiamo piuttosto la speranza che questo evento ecclesiale ci aiuti ad individuare le vie e le forme concrete per vivere con fiducia, responsabilità e slancio missionario la nostra esistenza di battezzati, in questo tempo che ci è donato.
 
 
ARTICOLI:

 
LINK:

 

Campo Famiglie

 

Giovedì 11 agosto – Giovedì 18 agosto

 
DOWNLOAD:

 
 

«Ecco ora il momento favorevole (2Cor 6,2).
Santi nel quotidiano»

 

DOMENICA 29 APRILE 2012

 

presso la Basilica di San Paolo fuori le mura a Roma
ci sarà la solenne

 

Beatificazione del Servo di Dio Giuseppe Toniolo

 
“Ringraziamo il Signore per questo evento che ci fa scoprire attraverso la vita dei Santi la gioia di “puntare in alto” e di essere Chiesa. La notizia che arriva in questo tempo in cui siamo chiamati a rinnovare il nostro “” alla Chiesa attraverso l’Azione Cattolica, guardando a Giuseppe Toniolo credente, sposo, padre ed educatore, ci aiuti a scoprire la strada che quotidianamente il Signore ci offre per “essere e diventare santi insieme”.”
 


 

 

LA PROPOSTA DIOCESANA
  • I PACCHETTO (2 giorni): 28 aprile – 29 aprile 2012
  • II PACCHETTO (3 giorni): 28 aprile – 30 aprile 2012
  • III PACCHETTO (4 giorni): 28 aprile – 1 maggio 2012

 

Di seguito le informazioni dettagliate sul programma delle giornate e sul viaggio:



 


 
EVENTI:


ARTICOLI:


DOWNLOAD:


LINK UTILI:



 
ISCRIZIONI: compila il FORM DEDICATO per l’iscrizione oppure compila e consegna il cartaceo all’Ufficio Diocesano dell’AC.

 

Incontro Laboratorio della Comunicazione
 
Comunicazione: da progetto a laboratorio

 
Come fanno le idee a prendere corpo? Attraverso le persone che mettendosi insieme intorno all’obiettivo stabilito, si confrontano, discutono, cercano soluzioni efficaci. In Azione Cattolica si è in qualche modo abituati a questo tipo di processo. La dimensione del gruppo abilita da sempre al confronto tra pari e l’assunzione di responsabilità a cui si è chiamati, ogni tre anni, aiuta a non defilarsi, anche quando la responsabilità passa ad altri.
Così, il progetto comunicazione, lanciato al CampanAC tre anni fa, è diventato laboratorio che si impegna a comunicare quanto l’associazione progetta, realizza, programma, vive attraverso la stampa – L’Azione innanzi tutto – che ogni settimana le riserva uno spazio ben preciso, il periodico Il Nostro Impegno che raggiunge i responsabili. Vivace e sempre aggiornato il sito diocesano, che informa sulle attività in programma, racconta la vita associativa anche attraverso una nutrita galleria di foto.
Il laboratorio è costituito da una decina di persone che si incontrano periodicamente e valutano, calendario alla mano, cosa scrivere, chi lo scrive, quali le foto e quale il fotografo, quale l’aspetto da valorizzare e chi lo farà. E per fare questo spalancano gli occhi e la mente non solo sull’intera associazione, ma su tutta la realtà familiare, sociale, ecclesiale in cui l’Azione Cattolica vive ed opera. Non sappiamo se il laboratorio raggiunge lo scopo per cui è sorto, certamente le persone che lo compongono sono cresciute in umanità e corresponsabilità.

 
di Elisa Moretto
L’Azione, 20 novembre 2011