VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

dicembre 2018
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31EC

NEWS ACVV

Veglia associativa
Venerdì 7 dicembre, alla vigilia della solennità dell’Immacolata, nella chiesa di Tezze di Piave, con inizio alle 20.30, presieduta dal Vescovo Corrado, ci sarà la Veglia associativa diocesana. Sono invitati giovani ed adulti, responsabili, educatori e quanti vogliono prepararsi con intensità alla festa dell’Immacolata.

8 dicembre, festa dell’adesione
Nel giorno dell’Immacolata l’Azione Cattolica celebra la giornata dell’adesione. Le associazioni parrocchiali festeggiano nei modi più diversi, ma il momento comune e più significativo resta la benedizione delle tessere durante la Santa Messa.

Incontro Coordinamento foraniale e presidenti di Conegliano e Vittorio Veneto
I presidenti parrocchiali e il coordinamento foraniale di Conegliano e Vittorio Veneto si incontrano con la presidenza diocesana martedì 11 dicembre, alle 20.30, nella parrocchia di San Rocco a Conegliano.

Convegno nazionale educatori
"Chiamati a scoprire il sapore" il tema del Convegno nazionale educatori Acr che si svolge a Roma dal 14 al 16 dicembre prossimi. Accompagnati da don Paolo Astolfo, assistente diocesano Acr, vi parteciperanno 5 educatori della nostra diocesi.

Minicampo invernale
"Sogna, vinci, scegli" il titolo del mini campo invernale per 18enni e giovani dai 19 ai 30 anni. Si svolge a Nebbiù, nella Casa Apina Bruno e Paola Mari da venerdì 28 a sabato 29 dicembre. E' una nuova opportunità per vivere insieme un momento di formazione e festa, anche alla luce del Sinodo appena concluso. Per info: Ufficio Ac 0438/940374; Mirko 349/0059503.

EVENTI

Sogna, Vivi, Scegli Sinodo dei Giovani 2018 Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

Verso la XIV Assemblea

Crescere nell’esercizio della Corresponsabilità

 
C’è un passaggio “obbligato” per chi vive l’esperienza in Azione Cattolica e riguarda il crescere nell’esercizio della corresponsabilità. Non c’è aderente all’Ac che prima o dopo non sia chiamato a diventare responsabile, oltre che del suo cammino personale, anche di quello della propria associazione parrocchiale, della propria comunità, magari per qualcuno, anche a livello diocesano. Per molti l’avventura in associazione nasce da una chiamata a testimoniare nel servizio educativo ai più piccoli la gioia di camminare con Gesù, ed è questo il primo gradino in cui già si sperimenta nel gruppo educatori la bellezza, ma anche la fatica che l’esercizio della corresponsabilità comporta. Incontro, ascolto, confronto, proposta, progetto, attuazione… il tutto condito da quel “insieme” che dice non solo di una personale “partecipazione”, di un cammino in compagnia, di un farsi prossimo, ma anche di un essere quotidianamente riferimento, nodo di relazioni, tramite della Grazia attraverso la presenza, la testimonianza, le proposte formative dell’Ac e non, a quanti il Signore ci mette accanto.
Responsabili insieme, per raccontare, come ricorda il Piano pastorale diocesano, di un “noi”soggetto della missione. Un “noi” che si fa Luce per il mondo, che si lascia illuminare dalla vita degli altri, che “brucia” e s’incendia nel servire i fratelli.
Il cammino assembleare è un momento forte di partecipazione alla vita associativa e molti saranno chiamati a rispondere, dentro a questa esperienza di Chiesa, all’invito pressante di farsi carico della vita di altri compagni di strada, da fratelli maggiori, da responsabili e custodi di comunione, da protagonisti e partecipi della Missione nel portare a tutti la “buona notizia”.
Vincere facili egoismi, pigrizie, individualismi per scoprire la gioia di farsi i primi servi degli altri, è una sfida che si rinnova e attende nuovi, generosi e gratuiti sì!

 
di Diego Grando
L’Azione, 31 ottobre 2010