VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

Sabato 20 Gennaio
gennaio 2018
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031EC

NEWS ACVV

Orchestriamo la Pace
Giunta alla sua settima edizione, l’Azione Cattolica di Vittorio Veneto propone una serata in cui giovani e adulti si scambiano idee e speranze di pace attraverso i segni e i suoni del mondo musicale. L'appuntamento Orchestriamo la Pace… looking for peace è sabato 20 gennaio 2018 dalle ore 20.45 alle ore 23.00, nel teatro auditorium di Sarmede (Via Giuseppe Mazzini, 16). Le esibizioni musicali e le forme artistiche presentate avranno come sfondo il tema del messaggio del Papa per la giornata mondiale per la Pace “Migranti e rifugiati: uomini e donne in cerca di pace“. Gli artisti che si esibiranno sono i "Laundry Soul", il coro degli "Sconcertati", Yuri Ninkovic e un giovane gruppo esordiente di Gaiarine. La scuola "Oltredanza" di Fontanelle proporrà delle coreografie di danza collegate al tema della serata. Ingresso libero.

Esercizi spirituali 18enni
Dal pomeriggio di sabato 10 alla cena di lunedì 12 febbraio, a Lentiai, nella Casa Stella Maris, si svolgono gli esercizi spirituali per 18enni (ragazze e ragazzi nati negli anni 1999 - 2000), con la guida di don Andrea Dal Cin. Tema delle giornate: "Bellezza che attrae". Per informazioni ed iscrizioni: Ufficio diocesano Ac 0438/940374; segreteria@acvittorioveneto.it

Esercizi spirituali per giovani ed adulti
Dalla sera di venerdì 23 al pranzo di domenica 25 febbraio, a Vittorio Veneto, nella Casa di spiritualità San Martino, si svolgono gli esercizi spirituali per giovani ed adulti, con la guida di don Tony Drazza, assistente nazionale giovani. Per informazioni ed iscrizioni: Ufficio diocesano Ac 0438/940374; segreteria@acvittorioveneto.it.

EVENTI

Orchestriamo la Pace Toniolo 100 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

Per i giovani di AC un’estate straordinaria


 
L’estate è alle porte, e io, giovane, vedo grandi possibilità aprirsi di fronte a me. Lontano dai banchi di scuola, o al riparo da esami imminenti, oppure durante il meritato riposo dopo le fatiche del lavoro … Questo tempo è tutto per me!
Ma che fare? Abituato ad un cammino fedele, che si sviluppa magari fra percorso di gruppo in parrocchia e servizio ai più piccoli da animatore; come posso investire al meglio questi scorci preziosi di Come puntare davvero in alto, per non volare a mezz’aria, per non restare senza la possibilità di slanci verticali? Cosa sono in grado di fare io, che corro il rischio di farmi trascinare chissà dove, magari da “amici” che mi propongono “grande divertimento” ma che lascia il vuoto al termine del giorno? Cosa posso fare in questa lunga estate?
Una possibile risposta ce l’ha l’Azione Cattolica. Il cammino dell’anno non si interrompe con l’inizio dell’estate, anzi! L’ordinarietà dell’itinerario quotidiano passa il testimone alla stra-ordinarietà e all’intensità delle proposte estive. Davvero tante e per ogni età le proposte del Settore Giovani di AC. Dai 14-15enni agli Issimi, dai 18enni ai Giovani… Tutte con un unico intento, quello di avvicinare ogni giovane a Dio e al vero se stesso. Con semplicità, ma anche con grande Intensità, con entusiasmo ma anche con una buona dose di fatica e impegno…
Tre i pilastri che reggono le varie proposte estive: pregare, condividere, testimoniare., le stesse tre parole che sorreggono l’ordinario del cammino, come suggerisce la regola dei giovani. Si tratta di verbi, per esprimere la dinamicità e la progressione. Le proposte infatti, mutano con il camminare e il crescere della persona.
La preghiera innanzitutto, fondamento su cui poggiare la nostra vita. È la sete di infinito che ci spinge a pregare. Vogliamo insieme conoscere e incontrare il Signore, perché tutto ciò che c’è intorno a noi è bello ma non ci basta. Con Lui, solo con Lui, possiamo fare cose grandi!
La preghiera ci introduce alla condivisione. Condividere è uno stile, quello stile con cui ti apri agli altri, ponendo costantemente l’attenzione alle persone che ci sono accanto. Condividere diventa naturale perchè scaturisce dal luogo che più insegna a vivere la fraternità così come Gesù l’ha pensata, la Chiesa. E l’Azione Cattolica è per noi il modo di stare nella Chiesa, perché è un luogo dove intrecciare relazioni autentiche e vere, un luogo di gioiosa comunione.
 
E infine la testimonianza. Anche quest’estate possiamo camminare sulla strada della santità crescendo nella capacità di amare Dio e gli uomini. Molte le persone che incroceremo sui sentieri di Cimacesta o dei luoghi dell’estate. Ogni incontro, una possibilità nuova. Ma per crescere come testimoni siamo chiamati a osare nella speranza. Come giovani possiamo e dobbiamo essere e fare molto.
 

 di Jane e Michele
L’Azione, domenica 13 giugno 2010