VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

“Io lotto per la vita, voi non sprecatela!”

 
Martina Perinel, 29 anni, animatrice di Torre Di Mosto, “Innamorata della vita”…


 
Mercoledì 10 novembre, nella chiesa parrocchiale di Torre di Mosto, sono stati celebrati i funerali di Martina Perinel, 29 anni, educatrice dell’AC parrocchiale. Alla presenza dei molti amici e conoscenti che si sono stretti attorno alla famiglia, il parroco don Adriano ha ricordato la sua semplicità e umiltà nel donarsi agli altri. I ragazzi del gruppo di prima superiore, che animava con Silvia, ricordano la sua forza nell’affrontare le difficoltà, sempre con un sorriso e sempre la prima a chiedere “come stai?”, nonostante fosse lei a stare male. La sua gratitudine per le tante persone che la aiutavano e le volevano bene e il ringraziamento al Signore perché le dava la forza per andare avanti, sono rimasti impressi nelle pagine del diario di gruppo dei giovanissimi.
Un grande esempio per i ragazzi: «Innamorata della vita, ci diceva sempre “io lotto per la vita, voi non sprecatela!”, era lei che aiutava e aiuterà tutti noi a rendere la vita più bella». Anche per gli educatori che hanno condiviso il cammino con Martina rimangono preziosi ricordi: «L’Azione Cattolica era per lei una seconda famiglia. Affascinata dai ragazzi – ricordano – ed entusiasta di poter dare qualcosa. Ha vissuto con semplicità l’impegno in AC, sempre presente, sempre con un sorriso per tutti e grande voglia di fare. Assieme abbiamo trascorso dei momenti speciali. Condividiamo la gioia di aver potuto camminare con lei sicuri che da lassù ci aiuterà». Mancherà anche non trovare il suo saluto agli amici di facebook con i quali l’appuntamento era ormai quotidiano.
Grande forza le arrivava dalla famiglia, che ha affrontato ogni giorno con coraggio e grande speranza il duro cammino di Martina. «Aveva un cuore pronto ad accettare chiunque lo volesse – ricordano i familiari – con un sorriso sapeva rendere tutto semplice, sorprendersi delle piccole cose e nei momenti tristi le bastava poco per tornare felice». Martina è stata anche testimone di una grande fede: «Viveva la S. Messa come un momento importante e con il canto manifestava tutta la sua partecipazione. Ha vissuto cercando l’affetto degli altri per poter regalare a sua volta tutto quello che aveva dentro».

 
di Chiara Basei
L’Azione, 21 novembre 2010