VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

settembre 2018
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

NEWS ACVV

Chiusura per ferie dell'Ufficio
L'ufficio diocesano di Azione Cattolica di Vittorio Veneto chiude per ferie dal 10 al 21 settembre. Riaprirà regolarmente lunedì 24 settembre.

Avvio del nuovo anno associativo
Per vivere insieme e nella gioia l’inizio dell’anno associativo, questi gli appuntamenti: venerdì 28 settembre alle 20.30, a Conegliano, nelle aule parrocchiali di Madonna delle Grazie, la presentazione dei cammini formativi di adulti, giovani e ragazzi. Sabato 6 ottobre dalle 17.30 a Pieve di Soligo, Patronato Careni: SPIRIT HAPPENING, Happening diocesano dei giovani. sabato 6 ottobre alle 20.30, auditorium Battistella Moccia di Pieve di Soligo: Premio Giuseppe Toniolo III edizione. "Pace e cooperazione internazionale: il grande sogno di Giuseppe Toniolo, l'impegno quotidiano di uomini e donne di buona volontà". Domenica 7 ottobre alle 11.00, nel Duomo di Pieve di Soligo, solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da S.Em. Mons. Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza Episcopale Italiana.

Incontro di inizio anno del MSAC
Il Movimento studenti di Azione Cattolica è pronto per ripartire! Invitiamo tutti gli studenti che hanno a cuore la propria scuola e vogliono viverla in maniera attiva e propositiva all'incontro di inizio anno, sabato 22 settembre a Pieve di Soligo, Collegio Balbi, dalle 15.30 alle 17. Sarà un'occasione per conoscersi e far conoscere in modo divertente cos'è il MSAC, presentando anche le idee che abbiamo per il nuovo anno scolastico appena iniziato. Per info: Carlo 349/6927995; Federico 342/098697.

EVENTI

Sinodo dei Giovani 2018 Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

Esercizi spirituali:
provocazione e necessità


 
Cosa motiva un giovane a scegliere di dedicare un weekend a degli esercizi spirituali? E cosa si può maturare in un esperienza, pur breve, ma così intensa?
Abbiamo chiesto a tre giovani che hanno partecipato al corso guidato da Mons. Sigalini il 18-21 novembre scorso, di provare a rispondere con tre flash che ci illuminino, ma che soprattutto provochino in altri giovani la curiosità di provare.

 
LAURA – Il caso, ho pensato inizialmente, ha voluto che questo fine settimana mi liberassi da tutti gli impegni e quindi ho detto: proviamo!
È stato difficile all’inizio entrare nell’atmosfera giusta, ma poi è stato naturale lasciarmi percorrere da Gesù e lasciarmi trascinare dai pensieri che venivano a galla. La cosa che più mi ha toccato e che volentieri ho tenuto nei miei pensieri è stata la riflessione su noi giovani: la nostra forza e la nostra ingenuità sono le caratteristiche che ci fanno guardare sempre al futuro, che ci fanno sognare futuro. E sognare futuro con gli occhi fermi sull’obiettivo, tipici di che è “innamorato perso” ma è anche ciò che siamo tutti chiamati a fare. –
 
FABIO – Partecipare agli esercizi spirituali è una scommessa che facciamo con noi stessi sulla possibilità di conciliare concretezza e spiritualità; è fare un piccolo salto di qualità nel dirsi che anche l’anima ha bisogno di un personal trainer e di un programma di allenamento. Scegliere di partecipare agli esercizi spirituali è un regalo che ci facciamo, perché ci costringono non a guardarci allo specchio, ma ad ascoltarLo e ad ascoltarci. –
 
MARIA LINDA – “Gesù, vorrei anch’io sentirmi preso per mano da Te. Sono senza vista, l’ho consumata tutta nell’inutilità, ho perso i colori della gioia, della solidarietà, [..] non sono più capace di vedere in profondità.” E’ stata questa una delle prime provocazioni con cui Mons. Sigalini ci ha parlato di amicizia, di tenerezza, di ascolto. E’ un amico, Gesù, anche per noi: l’amicizia porta con sé la tenerezza, che richiede grande forza interiore. Ha bisogno dell’ascolto, per accogliere l’altro. Inizia con il “voler capire”, essenziale per capire davvero.

 
di Alessandro Corazza
L’Azione, domenica 26 dicembre