VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Incontro unitario di inizio anno
Responsabili, educatori, aderenti sono invitati all'incontro che dà ufficialmente avvio all'attività dell'Azione Cattolica per il nuovo anno. L'appuntamento è a San Vendemiano, nell'oratorio Giovanni Paolo II, domenica 22 settembre. Si inizia alle 8.00 con la Messa della comunità per proseguire, dopo l'accoglienza e la preghiera, con la relazione di Fabiana Martini, giornalista, già vice sindaco di Trieste e consigliere nazionale ACR sul tema: "Radici e futuro" Lo Statuto del 1969: le radici dell'Ac. L'ACR: il presente che abita il domani. Seguiranno il dibattito in assemblea e la presentazione del cammino annuale; le conclusione, intorno alle 12.00, con i saluti e lo SpritzAc. Ci saranno a disposizione i testi dell'anno.

EVENTI

Estate Eccezionale 2019 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Instagram AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

CAMPI GIOVANISSIMI

Casa Cimacesta (Auronzo)
 
 
Campo

Giovedì 29 luglio – Giovedì 05 agosto

 
CAPOCAMPO: Stefano Dal Gallo (parrocchia di Vidor)
ASSISTENTE: don Alessandro Ravanello (di Oderzo, Animatore in Seminario Vescovile di Vittorio Veneto)
CAPOCASA: Paolo Brugnera (Col San Martino)
EDUCATORI: Cristina (Gaiarine), Cinzia, Moira e Simone (Colfosco), Elisa (Brugnera), Fabio (Col San Martino).
 
Giovedì 29 luglio. Partenza del primo campo ‘Issimi
Sono 58 i ragazzi che partecipano al primo campo ‘Issimi e vengono da ogni angolo della diocesi (da Vidor a Ceggia, da San Polo di Piave a Cordignano…). Ad aspettarli a Cimacesta Stefano il capocampo, (per la prima volta offre il suo servizio come capocampo) e don Alessandro l’assistente, affiancati da Paolo esperto capocasa che potrà contare a sua volta sulla collaborazione di Dea, la cuoca, e di tutto il personale: sei persone Cesira, Caterina e Bruno, Rosy, Daniela e Martina (che ha appena concluso il campo 14-15enni come animatrice).
 
Sabato 31 luglio. Escursione!
La destinazione è il rifugio Faloria (sopra Cortina). Si parte in autobus per arrivare al passo Tre Croci e si comincia la salita per il sentiero che porta i Giovanissimi a salire il monte Faloria fino al rifugio che domina la vallata ove si trova Cortina d’Ampezzo. Il paesaggio è splendido, da qui si possono vedere il Cristallo e il gruppo del Sorapis, e poi ancora Pelmo, Tofane, Pomagagnon e Dolomiti di Sesto…


Campo

 
Giovedì 5 agosto. Si torna a casa… Grazie!!!
“Carissimi Stefano, animatori, don Alessandro, Paolo, Dea e personale di cucina.
Vi scrivo queste righe per dirvi la gioia e la gratitudine per il servizio che avete donato ai giovanissimi di questo campo.
Sono certo che in questo “servizio” ciascuno di voi ha messo oltre al tempo, alle attenzioni, al sacrificio, alla gratuità, il meglio di quello che poteva.
Di questo, di quanto d’impagabile avete offerto a questi ragazzi e all’AC vi ringrazio di cuore.
Un campo è sempre un momento importante per la vita dei giovani che vi partecipano, sono certo che questo può valere anche per gli animatori e tutto il personale.
C’è un bisogno d’incontro con il Signore che l’aria di Cimacesta e le persone che la abitano rendono concreto e visibile, tanto da indurci poi a usare la gioia del campo per “rimetterci…in cammino”.
Il Signore ha parlato ai ragazzi attraverso il vostro servizio di capocampo, assistente, capocasa, cuoca, personale di servizio, ma ha parlato di certo anche a ciascuno voi.
Ha chiamato i giovanissimi a vivere il campo, ma ha chiamato anche voi.
E un po’ di “luce” che viene da Lui potrete portarvela a casa per continuare un cammino che pur avendo mille incontri e sorprese di ogni tipo, ha come méta la vera Felicità.
L’Ac è strada battuta, sentiero che ben conoscete, strumento da vivere, amare e servire, che ad ogni passo ci svela la bellezza di essere Chiesa di fratelli.
E ciascuno in questo cammino insieme è importante per la gioia degli altri.
Per questo v’invito a continuare ad esserci. Per dire con la vostra presenza lo “stare in mezzo a noi” di Gesù che si fa amico e fratello soprattutto dei più piccoli e di quelli che più ne hanno bisogno.
Per raccontare quotidianamente nel vostro luogo di lavoro, studio, impegno, le meraviglie, le cose buone e belle (come un campo!) che Dio fa per gli uomini…e attraverso gli uomini.
Per valorizzare e far fruttare nella vita quotidiana quei talenti del tutto speciali e straordinari che Lui vi ha donato.
Per “imparare continuamente” in un cammino di formazione a vivere la vita con la responsabilità di chi sa che è troppo preziosa per essere sprecata.
E’ un piccolo augurio che unito al grazie si fa preghiera di ringraziamento al Signore che vi ha chiamato fin quassù.
Arrivederci a presto. Con affetto e stima. Diego.”

 
 
DOWNLOAD:

Per conoscere le date degli altri campiscuola clicca: CAMPISCUOLA.