VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2017
Mercoledì 14 giugno si apre l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo che vede la presenza di 58 ragazzi di quarta e quinta elementare. Provenienti da 17 parrocchie, conosceranno da vicino le vicende di Davide, cantautore di Dio. Saranno guidati dal capocampo Daniele e dall'assistente don Adriano, con Lorenzo come cuoco e Stefano capocasa. Mercoledì 21 giugno è partito il secondo campo dell'estate che vede la presenza di 81 ragazzi di prima e seconda media, provenienti da 25 parrocchie. Sono guidati dalla capocampo Silvia, dall'assistente don Angelo, con Lisetta cuoca e Nicolò capocasa. Mercoledì 28 giugno 85 bambini di quarta e quinta elementare riempiranno Casa Cimacesta per il loro camposcuola. Provenienti da 16 parrocchie avranno Stella come capocampo, don Federico assistente, Annarita cuoca e Valerio capocasa.

Nuovo indirizzo email
Il nuovo indirizzo di posta elettronica dell'Azione Cattolica diocesana che è: "segreteria@acvittorioveneto.it". Sostituisce il precedente.

EVENTI

#AC150FuturoPresente Chi Ama Educa 2017 Tempo Estate Eccezionale 2017 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI


CAMPI 14-15ENNI

Casa Cimacesta (Auronzo)
Campo



1° CAMPO: Giovedì 22 – Giovedì 29 luglio

 
CAPOCAMPO: Giuseppe Marson (parrocchia di Mansuè)
ASSISTENTE: don Mauro Cettolin (Vicario parrocchiale Duomo di Sacile)
CAPOCASA: Dante Dal Cin (parrocchia di Pianzano)
EDUCATORI: Nicola (Pianzno), Alessandra e Francesco (Ceggia), Silvia (Torre di Mosto), Alessandra (Codognè), Emanuela (Cimetta), Martina e Federica (Ponte della Priula), Fabio (Vazzola).
 
Giovedì 22 giugno. Partenza del primo campo 14-15enni
Settantanove i 14/15enni che giovedì 22 luglio partono per il loro campo a Cimacesta, settimo dall’inizio dell’estate. Giuseppe Marson da Mansuè sarà il capocampo e don Mauro Cettolin l’assistente. L’equipe educativa sarà formata poi da Nicola (Pianzano), Alessandra e Francesco (Ceggia), Silvia (Torre di Mosto), Alessandra ed Emanuela (Cimetta – Codognè) Martina e Federica (Ponte della Priula), Fabio (Vazzola).
Affidabile e familiare il gruppo di adulti impegnato nel supporto pratico ad animatori e ragazzi: Dante capocasa e Paola cuoca, insieme a Gabriella, MariaRosa, MariaCecilia, Celestina e Graziella.
 
Domenica 25 luglio. Escursione… Destinazione Prato Piazza
Si parte un po’ più presto del solito, alle otto tutti in corriera… destinazione Passo Cimabanche dove inizia la salita per i splendidi prati di Prato Piazza… la stessa strada verrà percorsa anche dai 18enni che stanno vivendo il loro camposcuola a casa Sacile.
Centrale nella giornata la Santa Messa celebrata appena sopra il rifugio Vallandro.


Campo

 
Giovedì 29 luglio. Si torna a casa… Grazie!!!
“Carissimo Giuseppe, animatori, don Mauro, Dante, Paola e personale di servizio,
vi invio in questa vostra ultima sera di campo solo qualche riga per dirvi la gratitudine mia e dell’intera Ac per il servizio che avete donato ai 14-15enni durante questo campo.
Mi permetto di esprimervi questa gratitudine con una poesia che sono andato a riscoprire in questi giorni visto il tema del vostro campo. E’ diventata in questi giorni la preghiera mia per i ragazzi e per ciascuno di voi.
E’ una poesia di Giovanni Paolo II non molto nota, ma al sottoscritto particolarmente cara.
 

La Sorgente
Seno di bosco discende
al ritmo di montuose fiumare…
Se vuoi trovare la sorgente,
devi proseguire in su,
controcorrente.
Penetra, cerca, non cedere,
tu lo sai, dovrebbe essere qui,
da qualche parte.
Sorgente dove sei?
… dove sei, sorgente?
Un silenzio…
Torrente di bosco, torrente,
svelami il mistero
della tua origine!
(un silenzio… perché taci?
Hai sottratto alla vista
scrupolosamente
il mistero della tua scaturigine).
Consentimi di aspergere
le labbra
d’acqua della sorgente,
di percepire la freschezza,
freschezza vivificante.

 
Auguro a tutti che il campo sia una parte di questa ricerca.
La “verità” della nostra vita è quella sorgente che spesso ci chiede lo sforzo di andare controcorrente.
Sono certo che ciascuno di voi ha svelato ai ragazzi un tratto di questo torrente e ha posto nel loro cuore una domanda di felicità che “asperge le labbra” di acqua della sorgente…tanto da farli innamorare di questo splendido e ardito cammino di ricerca.
Lo stesso sia anche per voi. Non temete questa ricerca che è continua. Non accontentatevi d’altro che non sia la “freschezza vivificante” di quell’Acqua. L’Ac continua ad essere nella Chiesa, strada privilegiata di ricerca e santità per ciascuno di noi. A presto.
Con profonda gratitudine. Diego”


2° CAMPO: Lunedì 23- lunedì 30 agosto

 
CAPOCAMPO: Jane Uliana (parrocchia di Cordignano – Vicepresidente diocesana per il Settore Giovani)
ASSISTENTE: don Lucio Dalla Fontana (Parroco di San Polo di Piave)
CAPOCASA: Annamaria Bonotto (parrocchia di Cimavilla – Amministratrice diocesana)
EDUCATORI: Anna (Susegana), Domenico (Vittorio Veneto),Erika (Francenigo), Giulia Diletta (San Polo di Piave), Lorenzo (Colfoco).
 
Lunedì 23 agosto. Partenza del secondo campo 14-15enni
Non è usuale che un campo scuola inizi di lunedì, ma questo non ha intaccato l’emozione degli educatori nell’accogliere i ragazzi al loro arrivo a Cimacesta. Arrivati, come spesso accade, un po’ chiusi nella loro timidezza, ma subito lasciata alle spalle dopo l’accoglienza e subito dopo esser stati “chiamati per nome”. È così che è iniziata un’esperienza nuova, nuova non soltanto per i 37 ragazzi, ma anche per qualche animatore, sapientemente accompagnato dalla capocampo Jane affiancata dall’assistente don Lucio.
 
Mercoledì 25 Agosto. Terzo giorno, le testimonianze.
Il terzo giorno di campo scuola è iniziato apparentemente come il precedente, sveglia alle 8.00, colazione e ritrovo per le attività alle 9.15. Ma non poteva essere un giorno normale, gli animatori in subbuglio, con le farfalle nello stomaco: è il giorno delle testimonianze. Sono gli animatori a testimoniare la propria fede ai ragazzi e quello che doveva essere un breve racconto di loro stessi si è magnificamente trasformato in una mattina al di fuori dei programmi degli stessi educatori. Una mattina intera trascorsa in un’atmosfera quasi irreale in cui l’emozione dei testimoni e la comunione nella fede testimoniata ha azzerato le distanze tra gli animatori e i ragazzi, incuriositi dalla gioia che si prova quando, venendo “chiamati”, si risponde col cuore.
Il pomeriggio è continuato poi con sorpresa per la visita del nostro Vescovo, desideroso di incontrare e salutare i ragazzi  per potergli dare dei preziosi consigli per il loro cammino.


Campo

 
Giovedì 26 Agosto. Quarto giorno, l’escursione.
Il quarto giorno è il giorno dell’escursione, sveglia e colazione prima del solito e poi via a prendere il pullman per arrivare fino a Misurina. Uno sguardo al lago che poi ha fatto da sfondo alle preghiere del mattino e all’inizio dell’attività dell’angelo custode. Dopo di che, zaini in spalla e su a salire verso il rifugio città di Carpi, quota 2100 mt. Un’ascesa non troppo difficile che però ha regalato panorami mozzafiato.
Una camminata che ha permesso ai ragazzi di parlare e di ascoltare, conoscere meglio i propri compagni e gli educatori, sempre avvolti da una natura incontaminata. Arrivati al culmine della salita è arrivato il momento per tutti di gustare la Santa Messa in una cattedrale fuori dal comune.
Poi, dopo un meritato pranzo al sacco, è iniziata la lunga discesa che ha riportato il gruppo a Cimacesta per la cena. Serata conclusa con la visione di un bellissimo film “Les Choristes” che non ha mancato di strappare più di qualche lacrima.


Campo

 
Domenica 29 Agosto. Settimo giorno, iniziano i saluti
L’ultimo giorno di campo inizia all’insegna della fiducia. Fiducia che i ragazzi hanno riposto negli educatori per tutto il campo, ascoltando le loro parole e affrontando le riflessione che gli venivano proposte. La stessa fiducia che gli animatori poi, hanno riposto sui ragazzi, sicuri che quanto di buono iniziato in questo campo continui anche una volta tornati nelle proprie case e nelle proprie parrocchie. E alla sera il gran finale, con i ragazzi che hanno messo in mostra i propri talenti con quanto di meglio hanno da offrire, dai canti ai balli. Poi sono iniziati i ringraziamenti reciproci tra i ragazzi e gli educatori con scambio di gesti di sincero affetto, che hanno portato ad un anticipo dei saluti di fine campo, conclusi poi il giorno dopo, tra abbracci e lacrime di gioia perché forse un po’ tutti consapevoli di esser “chiamati a credere” che non finisce tutto qua. 
 

DOWNLOAD:

Per conoscere le date degli altri campiscuola clicca: CAMPISCUOLA.