VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

aprile 2010
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930EC

NEWS ACVV

Campi Estate 2019
Che l'Ac diocesana non vada in vacanza lo confermano i campi che si aprono ancora davanti: dal 7 al 14 agosto la settimana per adulti ed adultissimi, con una tre giorni dedicata in special modo alle famiglie, dall'11 al 14 di agosto. Dopo un breve spazio dedicato ad un tempo di distensione con l'Estiamo insieme, dal 19 al 26 agosto si avviano due campi in contemporanea, uno di 14/15enni e uno di giovanissimi. Si proseguirà poi con l'ultimo campo ACR, che prevede la presenza sia di ragazzi di prima e seconda media che di piccoli delle elementari. Il Campanac, dal 6 all'8 di settembre, tradizionale appuntamento di formazione per gli educatori, chiuderà il Tempo Estate Eccezionale 2019 per aprirsi al nuovo anno associativo 2019/2020.

EVENTI

Estate Eccezionale 2019 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

“La valigia del campo”

 
Campo nel Campo

 

Campo Nel Campo
Sabato 5 Giugno ore 15.30, Oderzo (patronato Turroni)
 
Giornata di formazione educatori per un camposcuola a tutto tondo


 
Questa giornata formativa si inserisce nel cammino RED. Insieme rifletteremo sull’esperienza del camposcuola come luogo di formazione personale ed associativa, di servizio, comunione e gratuità. Sono invitati tutti gli educatori, sia chi ha già deciso di offrire la propria disponibilità per un caposcuola quest’estate sia chi lo intende fare nel prossimo futuro.
 
NOTE TECNICHE

    Sabato 5 giugno, dalle ore 15.30 alle ore 19.00, presso il patronato Turroni di Oderzo.
    Santa Messa insieme alla comunità alle ore 19.00 nel duomo di Oderzo.

ISCRIZIONI

    Entro giovedì 27 maggio 2010, all’Ufficio Diocesano AC.

ISCRIZIONI e INFORMAZIONI

    Ufficio diocesano di Azione Cattolica
    via J. Stella, 8 31029 Vittorio Veneto
    tel. 0438.940374
    azionecattolica.vittorioveneto@cooppapaluciani5.191.it

CAMPO FIDANZATI

Casa S. Maria Assunta della Cattedrale di Vittorio Veneto


 

LE DATE:

CAMPO: Sabato 14 agosto – Mercoledì 18 agosto

DOWNLOAD:

DEPLIANT: Campo Fidanzati 2010 (formato PDF)
DEPLIANT: Estate Giovani 2010 (formato PDF)

Per conoscere le date degli altri campi scuola clicca: CAMPISCUOLA.

CAMPO 18ENNI

Casa Sacile (Auronzo)
Campo

Chiamati per nome…

Giovedì 22 luglio – Venerdì 30 luglio


1° CAMPO: Giovedì 22 – Giovedì 29 luglio

 
CAPOCAMPO: Michele Nadal (parrocchia di Codognè)
ASSISTENTE: don Fabio Soldan (Direttore del collegio Vescovile “Dante” di Vittorio Veneto)
EDUCATORI: Suor Paola (Mansuè), Alberto (Basalghelle di Mansuè), Massimiliano (Colbertaldo di Vidor), Roberta (Piavon di Oderzo).
 
Giovedì 22 luglio. Partenza del campo 18enni
 
Domenica 25 luglio. Escursione… Destinazione Prato Piazza
Si parte un po’ più presto del solito, alle otto tutti in corriera… destinazione Passo Cimabanche dove inizia la salita per i splendidi prati di Prato Piazza… la stessa strada verrà percorsa anche dai 14-15enni che stanno vivendo il loro camposcuola a casa Cimacesta.
Centrale nella giornata la Santa Messa celebrata appena sopra il rifugio Vallandro.


Campo

 
E poi, dopo un momento di riposo e un bel panino la salita continua fino alla cima del Monte Specie (Strudelkopf) dove una vista mozzafiato permette di vedere a 360° le più belle cime delle Dolomiti (Tre Cime di Lavaredo, Sorapiss, Cristallo, Croda Rossa, ecc…).


Campo

 


Campo

 
Giovedì 29 luglio. Si torna a casa… Grazie!!!

 
DOWNLOAD:

Per conoscere le date degli altri campi scuola clicca: CAMPISCUOLA.

CAMPO ACR ELEMENTARI 6/8

Casa Cimacesta (Auronzo)
Campo


1° CAMPO: Giovedì 8 luglio – Giovedì 15 luglio

 
CAPOCAMPO: Marta Tonetto (parrocchia di Fontanelle – responsabile diocesana dell’ACR)
ASSISTENTE: don Egidio Dal Magro (parroccchia di Farra di Soligo)
CAPOCASA: Valerio De Rosso (parroccchia di Farra di Soligo)
EDUCATORI: Francesca e Giulia (Codognè), Francesca (Colfosco), Francesca (Farra di Soligo), Cinzia (Col San Martino), Federico (Fontanelle), Linda (Gaiarine), Elisa (Staffolo), Roberta e Fabio (Vazzola), Lara (Vidor), Tiziana e Gabriella (Villanova di Prata) e Chiara (Sacile)
 
Giovedì 8 luglio. Partenza del campo ACR 6-8
Partiti tutti i 78 bambini di prima e seconda elementare per la prima esperienza diocesana di camposcuola per bambini di quest’età… Timore, un po’ di tristezza per mamma e papà che rimangono a casa, ma anche tanta gioia nei visini di questi piccoli che si apprestano a vivere un’avventura eccezionale insieme agli amici di Gesù…
Più animatori in questo campo speciale: un giovane/adulto ogni 5 bambini presenti. Tra gli educatori si contano diverse mamme e più di qualche insegnante. Il campo è stato progettato con ogni cura, ma si respira un’aria di timore per il nuovo che si va ad affrontare.
Altri adulti prestano servizio nella casa: Annarita (cuoca) con il marito Claudio da Tezze, Prisca e Maria Teresa di Fontanelle, Sara di Vazzola, i cui figli partecipano al campo e Silvana da Farra di Soligo, che al campo ha invece la nipotina.
È la prima volta, così piccoli, la nostalgia, saremo capaci di…. La responsabilità comporta ogni volta rischio. Ma, salendo in pullman per un saluto agli educatori e al personale che farà servizio in casa, si coglie il frammento di una conversazione tra un bambino seduto da un po’ e un altro appena salito: “Tu come ti chiami?!” “Leonardo” la risposta immediata, senza riserve. E l’altro: “Anch’io” con altrettanta apertura. Due Leonardo nel campo, entrati in contatto subito, senza barriere e perplessità. Altro che tecniche e stage sulla comunicazione, di cui sono esperti gli adulti. Ma sui piccoli fiduciosi e sui grandi anche preoccupati, che con amorevole, profonda attenzione si sono preparati a questo campo, non mancherà la protezione del Signore.
 
Sabato 10 luglio. Camminata verso il rifugio Locatelli.
Ore 9,25. Parte il bus con destinazione il rifugio Auronzo sotto le imponenti Tre Cime di Lavaredo. A bordo un’ottantina di ragazzi in fibrillazione, accompagnati dai loro educatori e da alcuni amici, giovani e adulti venuti da casa. Destinazione rifugio Locatelli, passando per il rifugio Lavaredo.


Campo

 
Splendida giornata di sole. Un po’ di crema solare e via… Il passo è a misura dei bambini… ma la fatica è per tutti, piccoli e grandi. Ma si arriva al rifugio puntuali per i panini del pranzo: sempre molto apprezzati dopo la fatica del cammino… e dopo un po’ di riposo in uno splendido teatro naturale con vista sui laghetti antistanti al rifugio e le Tre cime alle spalle, si torna indietro…
Bilancio della giornata: qualche ginocchio sbucciato e un po’ di fatica da dimenticare presto dopo un riposo ristoratore. Ma tanta, tanta gioia, per la splendida giornata condivisa e per aver raggiunto tutti la meta, insieme!


Campo

 


Campo

 
Domenica 11 luglio. Giornata dei Genitori.
Più di 400 persone per una domenica straordinaria! Una bella immagine della nostra Chiesa diocesana quella che si può vedere a Cimacesta anche in questa domenica. Piccoli e grandi insieme intorno alla Parola e al Pane spezzato sull’altare. Tante le parrocchie che testimoniano la bella e capillare presenza diocesana: genitori, fratelli, nonni, zii e ainimatori, provenienti dai quattro angoli della nostra diocesi.
E ancora una volta che bella testimianza: quella delle tante persone che prestano il loro servizio ai ragazzi e ai genitori venuti a “respirare” un po’ di quella gioia che i loro bambini stanno sperimentando al camposcuola. Una quarantina di animatori, saliti da casa “solo” per prestare il loro servizio gratuito; ma anche altri adulti e nonni che non si tirano indietro se c’è da spostare un tavolo o preparare per il pranzo. Ragazzi, giovani e adulti insieme: che bella la nostra AC!


Campo

 
Giovedì 15 luglio. Si torna a casa… Grazie!!!
“Carissimi Marta, don Egidio, animatori, Annarita, personale di servizio, Valerio,
siamo ormai al termine di questa prima esperienza di campo 6/8 e se la gratitudine mia e dell’intera Ac diocesana è grande per il servizio di ogni campo, tanto più sento stasera di dovere a voi il mio Grazie.
Ho seguito da vicino, queste vostre giornate, l’intensità dell’entusiasmo vostro e dei bambini, e la disponibilità totale a giocarvi in questa esperienza nuova a cui il Signore e i suoi Angeli custodi hanno ad ogni istante sorriso.
Non è stato un campo “normale”, non è bastato dare tutto in certi momenti, ma quel “di più” che solo chi cresce alla scuola di Gesù può dare. E in questo, di Gesù, per i ragazzi siete stati, amici esemplari. Grazie per quel “di più” e per questa testimonianza a voi animatori, ma anche a voi che avete donato il vostro servizio in cucina.
E mi permetto di dirvi Grazie anche per quello che farete dopo questo campo che, sono certo, si rivelerà, un punto di partenza per l’impegno personale alla formazione e per raccontare con più Gioia nella quotidianità quanto è bello vivere e credere in Gesù Cristo.
“Ti benedico o Padre perché hai nascosto queste cose ai sapienti e agli intelligenti e le hai rivelate ai piccoli”: questa è la ricompensa che come Ac mi permetto di regalarvi alla fine di questo campo. Portatevi a casa ogni segno, gesto, parola, sorriso di questi bambini: Dio ha detto qualcosa alla vostra vita attraverso di loro.
Portatevi a casa la condivisione, la collaborazione, la sintonia e le fatiche del vostro lavorare insieme tra animatori e in cucina: ciascuno ha dato quello che poteva e questo è quello vale nella “misura” del dono!
Portatevi pure a casa la cura nella preghiera per questi piccoli: Voi sapete, conoscendone le storie quanto ne hanno bisogno.
Conto su di voi. Conta su di voi la nostra Ac e la nostra Chiesa. Grazie per quello che donerete ancora con responsabilità ed impegno alle vostre comunità e alla nostra Azione Cattolica.
Con profonda stima e gratitudine,
Diego Grando”

Auronzo, Cimacesta, 14 luglio 2010

DOWNLOAD:

Per conoscere le date degli altri campiscuola clicca: CAMPISCUOLA.

CAMPI 14-15ENNI

Casa Cimacesta (Auronzo)
Campo


1° CAMPO: Giovedì 22 – Giovedì 29 luglio

 
CAPOCAMPO: Giuseppe Marson (parrocchia di Mansuè)
ASSISTENTE: don Mauro Cettolin (Vicario parrocchiale Duomo di Sacile)
CAPOCASA: Dante Dal Cin (parrocchia di Pianzano)
EDUCATORI: Nicola (Pianzno), Alessandra e Francesco (Ceggia), Silvia (Torre di Mosto), Alessandra (Codognè), Emanuela (Cimetta), Martina e Federica (Ponte della Priula), Fabio (Vazzola).
 
Giovedì 22 giugno. Partenza del primo campo 14-15enni
Settantanove i 14/15enni che giovedì 22 luglio partono per il loro campo a Cimacesta, settimo dall’inizio dell’estate. Giuseppe Marson da Mansuè sarà il capocampo e don Mauro Cettolin l’assistente. L’equipe educativa sarà formata poi da Nicola (Pianzano), Alessandra e Francesco (Ceggia), Silvia (Torre di Mosto), Alessandra ed Emanuela (Cimetta – Codognè) Martina e Federica (Ponte della Priula), Fabio (Vazzola).
Affidabile e familiare il gruppo di adulti impegnato nel supporto pratico ad animatori e ragazzi: Dante capocasa e Paola cuoca, insieme a Gabriella, MariaRosa, MariaCecilia, Celestina e Graziella.
 
Domenica 25 luglio. Escursione… Destinazione Prato Piazza
Si parte un po’ più presto del solito, alle otto tutti in corriera… destinazione Passo Cimabanche dove inizia la salita per i splendidi prati di Prato Piazza… la stessa strada verrà percorsa anche dai 18enni che stanno vivendo il loro camposcuola a casa Sacile.
Centrale nella giornata la Santa Messa celebrata appena sopra il rifugio Vallandro.


Campo

 
Giovedì 29 luglio. Si torna a casa… Grazie!!!
“Carissimo Giuseppe, animatori, don Mauro, Dante, Paola e personale di servizio,
vi invio in questa vostra ultima sera di campo solo qualche riga per dirvi la gratitudine mia e dell’intera Ac per il servizio che avete donato ai 14-15enni durante questo campo.
Mi permetto di esprimervi questa gratitudine con una poesia che sono andato a riscoprire in questi giorni visto il tema del vostro campo. E’ diventata in questi giorni la preghiera mia per i ragazzi e per ciascuno di voi.
E’ una poesia di Giovanni Paolo II non molto nota, ma al sottoscritto particolarmente cara.
 

La Sorgente
Seno di bosco discende
al ritmo di montuose fiumare…
Se vuoi trovare la sorgente,
devi proseguire in su,
controcorrente.
Penetra, cerca, non cedere,
tu lo sai, dovrebbe essere qui,
da qualche parte.
Sorgente dove sei?
… dove sei, sorgente?
Un silenzio…
Torrente di bosco, torrente,
svelami il mistero
della tua origine!
(un silenzio… perché taci?
Hai sottratto alla vista
scrupolosamente
il mistero della tua scaturigine).
Consentimi di aspergere
le labbra
d’acqua della sorgente,
di percepire la freschezza,
freschezza vivificante.

 
Auguro a tutti che il campo sia una parte di questa ricerca.
La “verità” della nostra vita è quella sorgente che spesso ci chiede lo sforzo di andare controcorrente.
Sono certo che ciascuno di voi ha svelato ai ragazzi un tratto di questo torrente e ha posto nel loro cuore una domanda di felicità che “asperge le labbra” di acqua della sorgente…tanto da farli innamorare di questo splendido e ardito cammino di ricerca.
Lo stesso sia anche per voi. Non temete questa ricerca che è continua. Non accontentatevi d’altro che non sia la “freschezza vivificante” di quell’Acqua. L’Ac continua ad essere nella Chiesa, strada privilegiata di ricerca e santità per ciascuno di noi. A presto.
Con profonda gratitudine. Diego”

2° CAMPO: Lunedì 23- lunedì 30 agosto

 
CAPOCAMPO: Jane Uliana (parrocchia di Cordignano – Vicepresidente diocesana per il Settore Giovani)
ASSISTENTE: don Lucio Dalla Fontana (Parroco di San Polo di Piave)
CAPOCASA: Annamaria Bonotto (parrocchia di Cimavilla – Amministratrice diocesana)
EDUCATORI: Anna (Susegana), Domenico (Vittorio Veneto),Erika (Francenigo), Giulia Diletta (San Polo di Piave), Lorenzo (Colfoco).
 
Lunedì 23 agosto. Partenza del secondo campo 14-15enni
Non è usuale che un campo scuola inizi di lunedì, ma questo non ha intaccato l’emozione degli educatori nell’accogliere i ragazzi al loro arrivo a Cimacesta. Arrivati, come spesso accade, un po’ chiusi nella loro timidezza, ma subito lasciata alle spalle dopo l’accoglienza e subito dopo esser stati “chiamati per nome”. È così che è iniziata un’esperienza nuova, nuova non soltanto per i 37 ragazzi, ma anche per qualche animatore, sapientemente accompagnato dalla capocampo Jane affiancata dall’assistente don Lucio.
 
Mercoledì 25 Agosto. Terzo giorno, le testimonianze.
Il terzo giorno di campo scuola è iniziato apparentemente come il precedente, sveglia alle 8.00, colazione e ritrovo per le attività alle 9.15. Ma non poteva essere un giorno normale, gli animatori in subbuglio, con le farfalle nello stomaco: è il giorno delle testimonianze. Sono gli animatori a testimoniare la propria fede ai ragazzi e quello che doveva essere un breve racconto di loro stessi si è magnificamente trasformato in una mattina al di fuori dei programmi degli stessi educatori. Una mattina intera trascorsa in un’atmosfera quasi irreale in cui l’emozione dei testimoni e la comunione nella fede testimoniata ha azzerato le distanze tra gli animatori e i ragazzi, incuriositi dalla gioia che si prova quando, venendo “chiamati”, si risponde col cuore.
Il pomeriggio è continuato poi con sorpresa per la visita del nostro Vescovo, desideroso di incontrare e salutare i ragazzi  per potergli dare dei preziosi consigli per il loro cammino.


Campo

 
Giovedì 26 Agosto. Quarto giorno, l’escursione.
Il quarto giorno è il giorno dell’escursione, sveglia e colazione prima del solito e poi via a prendere il pullman per arrivare fino a Misurina. Uno sguardo al lago che poi ha fatto da sfondo alle preghiere del mattino e all’inizio dell’attività dell’angelo custode. Dopo di che, zaini in spalla e su a salire verso il rifugio città di Carpi, quota 2100 mt. Un’ascesa non troppo difficile che però ha regalato panorami mozzafiato.
Una camminata che ha permesso ai ragazzi di parlare e di ascoltare, conoscere meglio i propri compagni e gli educatori, sempre avvolti da una natura incontaminata. Arrivati al culmine della salita è arrivato il momento per tutti di gustare la Santa Messa in una cattedrale fuori dal comune.
Poi, dopo un meritato pranzo al sacco, è iniziata la lunga discesa che ha riportato il gruppo a Cimacesta per la cena. Serata conclusa con la visione di un bellissimo film “Les Choristes” che non ha mancato di strappare più di qualche lacrima.


Campo

 
Domenica 29 Agosto. Settimo giorno, iniziano i saluti
L’ultimo giorno di campo inizia all’insegna della fiducia. Fiducia che i ragazzi hanno riposto negli educatori per tutto il campo, ascoltando le loro parole e affrontando le riflessione che gli venivano proposte. La stessa fiducia che gli animatori poi, hanno riposto sui ragazzi, sicuri che quanto di buono iniziato in questo campo continui anche una volta tornati nelle proprie case e nelle proprie parrocchie. E alla sera il gran finale, con i ragazzi che hanno messo in mostra i propri talenti con quanto di meglio hanno da offrire, dai canti ai balli. Poi sono iniziati i ringraziamenti reciproci tra i ragazzi e gli educatori con scambio di gesti di sincero affetto, che hanno portato ad un anticipo dei saluti di fine campo, conclusi poi il giorno dopo, tra abbracci e lacrime di gioia perché forse un po’ tutti consapevoli di esser “chiamati a credere” che non finisce tutto qua. 
 

DOWNLOAD:

Per conoscere le date degli altri campiscuola clicca: CAMPISCUOLA.

CAMPI ADULTI

Casa Cimacesta (Auronzo)
 
Campo


LE DATE:

1° CAMPO: Domenica 08 agosto – Lunedì 16 agosto
2° CAMPO: Lunedì 16 agosto – Lunedì 23 agosto

DOWNLOAD:

DEPLIANT: Campo Adulti 2010 (formato PDF)

Per conoscere le date degli altri campiscuola clicca: CAMPISCUOLA.

CAMPI GIOVANISSIMI

Casa Cimacesta (Auronzo)
 
 
Campo

Giovedì 29 luglio – Giovedì 05 agosto

 
CAPOCAMPO: Stefano Dal Gallo (parrocchia di Vidor)
ASSISTENTE: don Alessandro Ravanello (di Oderzo, Animatore in Seminario Vescovile di Vittorio Veneto)
CAPOCASA: Paolo Brugnera (Col San Martino)
EDUCATORI: Cristina (Gaiarine), Cinzia, Moira e Simone (Colfosco), Elisa (Brugnera), Fabio (Col San Martino).
 
Giovedì 29 luglio. Partenza del primo campo ‘Issimi
Sono 58 i ragazzi che partecipano al primo campo ‘Issimi e vengono da ogni angolo della diocesi (da Vidor a Ceggia, da San Polo di Piave a Cordignano…). Ad aspettarli a Cimacesta Stefano il capocampo, (per la prima volta offre il suo servizio come capocampo) e don Alessandro l’assistente, affiancati da Paolo esperto capocasa che potrà contare a sua volta sulla collaborazione di Dea, la cuoca, e di tutto il personale: sei persone Cesira, Caterina e Bruno, Rosy, Daniela e Martina (che ha appena concluso il campo 14-15enni come animatrice).
 
Sabato 31 luglio. Escursione!
La destinazione è il rifugio Faloria (sopra Cortina). Si parte in autobus per arrivare al passo Tre Croci e si comincia la salita per il sentiero che porta i Giovanissimi a salire il monte Faloria fino al rifugio che domina la vallata ove si trova Cortina d’Ampezzo. Il paesaggio è splendido, da qui si possono vedere il Cristallo e il gruppo del Sorapis, e poi ancora Pelmo, Tofane, Pomagagnon e Dolomiti di Sesto…


Campo

 
Giovedì 5 agosto. Si torna a casa… Grazie!!!
“Carissimi Stefano, animatori, don Alessandro, Paolo, Dea e personale di cucina.
Vi scrivo queste righe per dirvi la gioia e la gratitudine per il servizio che avete donato ai giovanissimi di questo campo.
Sono certo che in questo “servizio” ciascuno di voi ha messo oltre al tempo, alle attenzioni, al sacrificio, alla gratuità, il meglio di quello che poteva.
Di questo, di quanto d’impagabile avete offerto a questi ragazzi e all’AC vi ringrazio di cuore.
Un campo è sempre un momento importante per la vita dei giovani che vi partecipano, sono certo che questo può valere anche per gli animatori e tutto il personale.
C’è un bisogno d’incontro con il Signore che l’aria di Cimacesta e le persone che la abitano rendono concreto e visibile, tanto da indurci poi a usare la gioia del campo per “rimetterci…in cammino”.
Il Signore ha parlato ai ragazzi attraverso il vostro servizio di capocampo, assistente, capocasa, cuoca, personale di servizio, ma ha parlato di certo anche a ciascuno voi.
Ha chiamato i giovanissimi a vivere il campo, ma ha chiamato anche voi.
E un po’ di “luce” che viene da Lui potrete portarvela a casa per continuare un cammino che pur avendo mille incontri e sorprese di ogni tipo, ha come méta la vera Felicità.
L’Ac è strada battuta, sentiero che ben conoscete, strumento da vivere, amare e servire, che ad ogni passo ci svela la bellezza di essere Chiesa di fratelli.
E ciascuno in questo cammino insieme è importante per la gioia degli altri.
Per questo v’invito a continuare ad esserci. Per dire con la vostra presenza lo “stare in mezzo a noi” di Gesù che si fa amico e fratello soprattutto dei più piccoli e di quelli che più ne hanno bisogno.
Per raccontare quotidianamente nel vostro luogo di lavoro, studio, impegno, le meraviglie, le cose buone e belle (come un campo!) che Dio fa per gli uomini…e attraverso gli uomini.
Per valorizzare e far fruttare nella vita quotidiana quei talenti del tutto speciali e straordinari che Lui vi ha donato.
Per “imparare continuamente” in un cammino di formazione a vivere la vita con la responsabilità di chi sa che è troppo preziosa per essere sprecata.
E’ un piccolo augurio che unito al grazie si fa preghiera di ringraziamento al Signore che vi ha chiamato fin quassù.
Arrivederci a presto. Con affetto e stima. Diego.”

 
 
DOWNLOAD:

Per conoscere le date degli altri campiscuola clicca: CAMPISCUOLA.

CAMPI ACR MEDIE

Casa Cimacesta (Auronzo)
Campo


1° CAMPO: Giovedì 17 giugno – Giovedì 24 giugno

 
CAPOCAMPO: Chiara Basei (parrocchia di Ceggia)
ASSISTENTE: don Michele Favret (originario di Camolli)
CAPOCASA: Olivo Bazzo
EDUCATORI: Yuri (Castello Roganuolo), Davide (Pianzano), Lorenzo (Fossalta Maggiore), Paolo (Conegliano, Madonna delle Grazie), Lucia (Scomigo), Paolo (Tezze), Giulio (Vidor) e Alex (Visnà)
 
Giovedì 17 giugno. Parte il secondo campo ACR!
Partiti i 92 ragazzi dell’ACR del secondo campo. Primo campo delle medie.
Sono accompagnati dalla capocampo Chiara Basei, di Ceggia, dall’assistente don Michele Favret cappellano nella parrocchia del Duomo di Conegliano, e da una splendida equipe di educatori. Sono otto gli adulti, che a titolo diverso, saranno a servizio e dei ragazzi e diventano punto di riferimento, pur nei diversi ruoli: Olivo il capocasa ma poi anche Lorenzo il cuoco, Antonietta, Piergarlo, Gianna, Angela e la coppia di sposi Bruno e Caterina.
Bellissimi anche se un po’ riservati, i ragazzi e le ragazze di prima e seconda media che hanno riempito le due corriere che li portano a Casa Cimacesta. Alcuni genitori tranquilli, i loro figli ripetevano un’esperienza che si era rivelata positiva, altri più proccupati per una situazione nuova da vivere. Ma il saluto e l’accoglienza del giovane educatore che fa da capocorriera incoraggia e rassicura. Poi partono, ì due pullman insieme portando con sè le attese, i sogni, i desideri, anche le paure dei ragazzi e degli animatori. Ma, qualcuno dice, gli Angeli volano a Cimacesta e sono pronti ad accogliere e ad accompagnare, a rassicurare e proteggere. Buon campo allora!
 
Venerdì 18 giugno. Escursione…
Ecco la giornata che molti ragazzi temono. La fatica del cammino è sempre una grande sfida. Ma oggi si parte… Destinazione rifugio Faloria. Si cammina in cordata, insieme, aiutandosi l’un l’altro. E la giornata diviene una splendida giornata, vissuta nella contemplazione di splendidi panorami e camminando insieme. Unica nota negativa… le condizioni del sentiero non hanno permesso di raggiungere il rifugio, ma questo fatto non è grave se confrontato con la gioia del camminare insieme…
 
Domenica 20 giugno. Giornata dei genitori…
Anche in questa seconda domenica di campo, e un grande numero di persone è arrivato a Cimacesta da ogni angolo della diocesi per vivere insieme una splendida domenica di Campo (a pranzo c’erano quasi quattrocento persone). E benché la giornata non sia iniziata nel migliori dei modi, visto la pioggia incessante e il freddo, la gioia e l’entusiasmo dei tanti ragazzi del campo ha lasciato il segno in tutti coloro che hanno potuto partecipare. Che gioia grande nell’accoglienza che i ragazzi riservano a genitori e animatori delle loro parrocchie mentre li vanno a salutare con tutto l’entusiasmo e la riconoscenza per la bella esperienza che stanno vivendo. Chiara la capocampo, gli educatori, l’assistente, il personale in cucina, gli animatori arrivati per prestare servizio ma soprattutto i ragazzi hanno accolto i genitori a braccia aperte e con un grande sorriso. Questo ha dato la carica gioiosa per vivere la bella giornata dimenticando freddo, pioggia e fatica del viaggio. A fare luce però, in un giorno così piovoso, è stata come sempre l’Eucarestia, centro e momento più importante di tutta la domenica. Sempre in Lui si rinnova la promessa di felicità per tutti, piccoli e grandi…


Campo

 
Giovedì 24 giugno. Ritorno a casa… Grazie!!!
“Carissima Chiara, educatori, assistente, capocasa, cuoco e personale.
Solo poche righe vista l’ora, per rinnovare il “Grazie” mio, dell’Ac e dei tanti genitori che oggi hanno guardato con stupore al vostro servizio.
A volte ci si chiede dove sia e quanto sia “alto” il sentiero della santità. Il servire con Gioia, la disponibilità al sacrificio (cioè al rendere “sacre” anche le piccole azione che facciamo), la generosità nel mettere i propri doni (piccoli o grandi non importa) a disposizione di tutti sono una traccia importante di quel sentiero.
A questo ci aggiungiamo l’umiltà che nel percorrere questa strada insieme significa anche non invadere il terreno altrui ed ecco un’esperienza bella, gioiosa e gratificante per tutti.
Quello che insieme all’Ac vivete in questo campo, ciascuno nel proprio ruolo, è una semina paziente, generosa, abbondante, a volte testarda di segni e gesti “di bene”. Lo fate voi animatori, e tutti voi adulti nel servizio attento e silenzioso. E’ questo il nostro modo di educare: seminare il bene, sempre, indistintamente nel cuore e nella vita di questi ragazzi. Un giorno magari con uno sguardo da lontano o solo con un pensiero vi saranno riconoscenti per quell’indicare loro una strada di Felicità per quel vostro accompagnarli, seppur per poco tempo, con una testimonianza semplice e credibile.
E un’impegno: Cristo in questi giorni passa attraverso di tutti voi per arrivare alla vita di ciascun ragazzo. Accogliete per voi la grazia di questa presenza, vivete la responsabilità di “raccontarlo”, scoprite la gioia del servizio che Lui vi chiede per sperimentare ancora una volta quanto “vi sia più gioia nel donare che nel ricevere”.
Grazie ancora di cuore, a presto, Diego.”
 

2° CAMPO: Giovedì 01 luglio – Giovedì 08 luglio

 
CAPOCAMPO: Stefano Uliana (di Osigo, Responsabile diocesano ACR)
ASSISTENTE: don Giuseppe Fagaraz (Parrocchia di Piavon)
CAPOCASA: Graziano Salomon (Parrocchia di Pianzano)
EDUCATORI: Federica e Vanessa (Cordignano), Fabio (Fontanelle), Nicole (Gaiarine), Anna (Mansuè), Fabrizio (Mareno di Piave), Carlo (Santa Maria di Feletto), Emanuele (Solighetto), Camilla (Vazzola), Sara e Giulio (Vidor)
 
Giovedì 1 luglio. Parte il quarto campo ACR!
Partiti i 96 ragazzi dell’ACR del quarto campo. Secondo campo delle medie.
Sono accompagnati dal capocampo Stefano Uliana, di Osigo, dall’assistente don Giuseppe Fagaraz della parrocchia di Piavon, e da una splendida equipe di educatori.
E accanto all’affiatato team capocampo-educatori-assistente, troviamo un gruppetto di sette adulti decisi a offrire un servizio qualificato e puntuale ai numerosi animati che affollano Casa Cimacesta: Graziano capocasa, insieme al giovane cuoco Andrea, collaborano con Angela, espertissima presenza (più di dieci campi nella sua storia personale), con Fabio, un papà che ha voluto capire perché la figlia animatrice sia così entusiasta dei campiscuola, con Celestina che ha dato la sua preziosa disponibilità quasi all’ultimo minuto per sostituire una persona impossibilitata ad essere presente e infine con Sandra, presidente parrocchiale di Villanova insieme a Valentina, sempre di Villanova di Prata.
 
Domenica 4 luglio. Giornata dei Genitori col nostro Vescovo Corrado!
In questa giornata dei genitori del campo medie.. c’è di +!!
Innanzitutto numeri impressionanti: Casa Cimacesta ha accolto 460 persone ed ha abbracciato l’ arrivo di circa 40 educatori arrivati a dare una mano.
C’è di +: per la prima volta il Vescovo Corrado ci ha regalato la sua presenza, celebrando la Santa Messa.
C’è di +: alla Santa Messa hanno partecipato anche gli ospiti della vicina Casa Sacile.
Può ridursi una giornata dei genitori ad un puro elenco di eventi? Evidentemente no.
Questa domenica ci ha regalato un esempio di Chiesa che si sposta per raggiungere i propri fratelli più piccoli e celebrare l’ Eucarestia insieme.
Il servizio di chi ha lavorato, il sorriso dei ragazzi che hanno abbracciato le loro famiglie, la gioia degli educatori che ci hanno accolto sono il segno vivo e concreto di Gesù che Ama. Un amore grande che specialmente in queste occasioni si manifesta nella sua natura più semplice: l’ incontro, l’ accoglienza e la gioia dello stare insieme!


Campo

 
Giovedì 8 luglio. Ritorno a casa… Grazie!!!
“Carissimo Stefano, educatori, don Bepi, Graziano, Andrea e personale di servizio,
porto ancora nel cuore la gioia per la bella giornata che ieri abbiamo condiviso con tanti genitori e con il nostro vescovo Corrado.
Vi dico oggi il mio Grazie e quello della nostra Azione Cattolica, per il servizio generoso che in questo campo state offrendo ai ragazzi, ma anche quello scambio reciproco di attenzioni, correzione fraterna e servizi che vi state donando. “Vi riconosceranno” dal bene che vi volete. Dal bel clima del vostro campo colgo questa testimonianza che sicuramente passa quotidianamente ai ragazzi, e che ieri hanno colto molti genitori.
Il pensiero di una mamma: “Che strano vedere giovani e adulti che corrono da stamattina per preparare tutto questo e nonostante tutto sono sorridenti e contenti”.
Penso davvero che il “servire con gioia” di voi animatori e di tutto il personale sia non solo una gran bella testimonianza e un esempio per altri giovani e adulti, ma anche una “provocazione” che regala Speranza.
Perché fanno tutto questo? Cosa spinge ciascuno a donare tempo, energie, impegno, competenze oltre ogni ragionevole sforzo, attenzione al prossimo e..orario? Cosa fa muovere (di corsa!) tutte queste persone? E poi è a dir poco “scandaloso” che tutto questo sia “gratuitamente”!
C’è una risposta che certo portiamo in cuore e che viene dal nostro percorso personale di formazione, ma anche da quell’esperienza di Chiesa che insieme continuiamo a vivere quotidianamente nelle nostre parrocchie e che cerchiamo di portare nelle nostre famiglie, luoghi di studio e di lavoro. La risposta è il “Sì”personale, fiducia piena in quel “Seguimi!” che cambia, riempie, e da senso alla nostra vita. Certo “l’onda” di queste giornate di campo non mancherà di diventare la spinta necessaria per continuare con impegno il vostro cammino personale di formazione per vivere sempre più da veri testimoni della Gioia.
Con grande e profonda gratitudine, a tutti un abbraccio, Diego”
 

3° CAMPO: Lunedì 30 agosto – Lunedì 06 settembre

 

Ci sono ancora posti disponibili in questo campo. Iscrivetevi !!!


Si possono ottenere maggiori informazioni presso l’ufficio diocesano di AC o contattando i responsabili ACR.

 
 
DOWNLOAD:

Per conoscere le date degli altri campiscuola clicca: CAMPISCUOLA.

CAMPI ACR ELEMENTARI

Casa Cimacesta (Auronzo)
Campo


1° CAMPO: Giovedì 10 giugno – Giovedì 17 giugno

 
CAPOCAMPO: Elisa Zornio (parrocchia di Colfosco)
ASSISTENTE: Don Luigino Zago (Assistente Unitario Diocesano)
CAPOCASA: Giorgio Rossetto (parrocchia di Madonna delle Grazie, Conegliano)
EDUCATORI: Paolo e Francesco (Vittorio V.to), Giulia (Codognè), Mattia e Gemma (Francenigo), Giulia e Stefano (Susegana), Camilla (Vazzola), Sabrina (Villanova) e Alessandro (Visnà)
 
Giovedì 10 giugno. Partenza del primo campo ACR
Sono 72 i ragazzi del’ACR delle elementari in partenza per una nuova avventura a Cimacesta. La casa, è già pronta ad accoglierli. E ad aspettarli, Giorgio Rossetto con tutto il personale…
Tanto entusiasmo e tanta gioia. Ad accompagnarli c’è Elisa Zornio la campocampo, don Luigino Zago, nostro assistente unitario diocesano e tutta l’equipe degli animatori che da settimane si è preparata al meglio per questo camposcuola…

 
Domenica 13 giugno: Giornata dei Genitori
Una giornata ricchissima di volti e sorrisi ha caratterizzato la prima domenica dei genitori a Cimacesta. Papà, mamme, fratelli, sorelle, nonni e zii hanno fatto festa insieme ai 72 bellissimi ragazzi del campo e ai tanti animatori saliti per il servizio. La Messa celebrata dal nostro don Andrea (don Luigino assistente di campo era impegnato) è stata il momento centrale della giornata.
Don Andrea ci ha chiesto nell’omelia di “aprire gli occhi” per scoprire i doni con cui il Signore ogni giorno riempie la nostra vita. Il pranzo (per 370!) preparato con cura dal cuoco Andrea insieme al personale di servizio si è rivelato un momento spendido d’incontro e confronto tra genitori e con gli animatori. Nel pomeriggio la festa è poi continuata animata dai giochi e dai bans dei ragazzi.


Campo

 
Giovedì 17 giugno. Ritorno a casa…Grazie!!!

“…poiché ha molto amato”.
(dal vangelo di Luca)

“Carissimi,
l’unica “misura” del dono è per noi cristiani quella che Gesù stesso ci ha lasciato.
Fino a che punto vale la pena donarsi? E servire? E perdonare? E “farsi ultimi”?
Questi giorni di campo sono una “scuola” ( da questo camposcuola!), cioè un’occasione splendida, per riconoscere e incontrare, nel servizio ai ragazzi il Signore Gesù che molto può arricchire e dare sapore alla nostra vita. Per imparare a “stare con Lui” e a far strada con Lui. La giornata di oggi vi ha visti protagonisti, testimoni e annunciatori di Speranza per tanti genitori, ma anche per gli amici animatori, per me e per i ragazzi del campo.
Dal secchiaio, alla cucina, dal salone al cortile esterno, dalla sala animatori alla segreteria si respirava un’aria “buona” fatta di persone la cui unica preoccupazione era accogliere, incontrare, rendere felici e far star bene gli altri. Tutto questo è illogico se guardato con la “misura umana”. Come è illogico che tanti animatori siano saliti proprio per rendersi disponibili al servizio di tutti. C’è davvero un “bene” nascosto, a volte sotterraneo che sostiene e rende sempre bello il mondo e la nostra quotidianità. Questo ha bisogno ogni giorno del nostro impegno, della nostra disponibilità a sacrificare qualcosa per gli altri.
Cimacesta, e con essa il nostro essere in Azione Cattolica è un luogo e un tempo davvero privilegiato dove sperimentare la “gioia di servire” certi che “il Signore ama chi dona con Gioia”.
Vi dico con queste poche righe la gratitudine mia, che è anche la gratitudine dell’intera Ac e della nostra Chiesa diocesana per la testimonianza che continuerete a donare ai ragazzi nei prossimi giorni e che oggi avete regalato a quanti vi hanno incontrato.
Saluto tutti, dal cuoco Andrea al personale di servizio che immagino stasera stanco…ma felice.
Da Giorgio e Umbertina al prof. Cella, presenze adulte, preziose e significative. Da Elisa con Stefano e don Luigino a voi tutti educatori che senza risparmio e in mille modi con responsabilità ed entusiasmo, raccontate ai bambini la gioia di credere in Gesù. L’Azione Cattolica se vorrete, vi aiuterà a diventare quell’opera stupenda che Dio ha pensato, a far fruttare al meglio quei talenti che Dio vi ha donato, a realizzare quel progetto di bene per cui il Signore vi ha chiamato alla vita.
Grazie di cuore a tutti con la Speranza e la certezza di poter ancora…contare su di voi!
Un abbraccio, Diego.”
 

2° CAMPO: Giovedì 24 giugno – Giovedì 01 luglio

 
CAPOCAMPO: Manuel Faccin (parrocchia di Fontanelle)
ASSISTENTE: don Andrea Dal Cin (Assistente diocesano dell’ACR)
CAPOCASA: Gianmarco Rasi
EDUCATORI: Nicole (Col San Martino), Mery e Gloria e Federico (Fontanelle), Vinicio e Francesca (Francenigo), Ilaria e Miriam (Oderzo), Daniele (Ramera), Roberta (San Polo), Marielena (Vidor)
 
Giovedì 24 giugno. Parte il terzo campo ACR!
Partiti gli 85 ragazzi dell’ACR del terzo campo (secondo delle elementari).
Gli adulti che affiancano educatori ed assistente nel servizio ai ragazzi sono sette: Gianmarco il capocasa, la cuoca Erminia e poi Nicolò, papà tuttofare, indispensabile anche per la sua professione nella vita: medico di base. Si aggiungono Emanuela, che è anche presidente parrocchiale di Solighetto, con Irene della stessa parrocchia, Paola mamma di San Polo e MariaLuisa, sorella della cuoca. A tutti questi si aggiunge la presenza discreta di Ameriga, moglie del capocasa e di Francesco, Franco per tutti, marito della cuoca.
 
Giovedì 1 luglio. Ritorno a casa… Grazie!!!
“Carissimo Manuel, animatori, personale di servizio,
vi scrivo qualche riga per rinnovarvi, mentre ancora vi trovate a casa Cimacesta e a seguito di qualche telefonata che oggi ho ricevuto da alcuni genitori presenti ieri, il grazie mio, degli stessi genitori dei ragazzi e dell’intera AC. Molti sono gli ingredienti per la buona riuscita di un’esperienza come il campo e, sono certo per quanto vi ho visto tra sabato e domenica, ciascuno di voi sta mettendo il meglio dei propri talenti a servizio di tutti.
C’è una pagina del vangelo che i ragazzi, ma anche i loro genitori, leggono nella vostra testimonianza e nel vostro servizio. Il Signore vi “sta usando” in questi giorni per scrivere una Parola di Gioia, di Speranza, di attenzione personale, libera, credibile e autentica. Vi auguro che questo possa essere un buon allenamento per la vita quotidiana. Anche il servizio ha bisogno di un’esercizio continuo e ancor di più di un percorso formativo che lo sostenga e che vi aiuti a realizzare il meglio di voi stessi.
Dentro alla Chiesa c’è la strada dell’Azione Cattolica che noi abbiamo scelto e che si rivela continuamente luogo di accompagnamento, verifica e ricarica per quanti vogliono vivere la fede e la testimonianza nella concretezza del quotidiano. L’impegno per un animatore che in questi giorni vive una bella esperienza di campo è di rimanere fedele al proprio cammino di formazione cogliendo le occasioni, che non mancheranno, per prendere sempre più la “forma di Cristo” nel servire, studiare, divertirsi, essere amico, figlio, fratello, animatore…
A voi animatori, a tutto il personale di servizio, a Gianmarco e don Andrea il Grazie semplice, per il piccolo o grande, ma comunque prezioso e insostituibile “talento” che avete speso e investito con gioia durante questo campo.
Grazie ancora di cuore, Diego”


Campo

 

3° CAMPO: Giovedì 15 luglio – Giovedì 22 luglio

 
 
CAPOCAMPO: Giulia Diletta Ongaro (parrocchia di San Polo di Piave)
ASSISTENTE: don Ezio Segat (Parrocchia di Revine Lago)
CAPOCASA: Annamaria Bonotto(parrocchia di Cimavilla. Amministratrice diocesana)
EDUCATORI: Anna (Solighetto), Carlo (Oderzo), Chiara (Codognè), Chiara (Gaiarine), Enrica (Mansuè), Maria Chiara (Ceggia), Sara (Ponte della Priula), Sara (San Polo di Piave), Yuri (Castello Roganzuolo),
 
Giovedì 15 luglio. Parte il sesto campo ACR!
81 sono i ragazzi del’ACR partiti per Cimacesta per l’ultimo campo delle elementari. Nessuno manca all’appello di MariaChiara e Sara, le giovani ma attente capo-corriera. Giulia, la capocampo e Annamaria, la capocasa, sono già pronte ad accoglierli a Casa Cimacesta, con diversi adulti che, insieme agli educatori del campo, saranno loro riferimento e supporto in ogni necessità.
Lorenzo il cuoco, con Fabio, Paola, Elenia, Flavio e Federica come aiutanti e collaboratori; Annamaria esperta capocasa, anche amministratrice diocesana dell’Azione Cattolica.
Che sia buon campo allora, in ogni giorno e in ogni ora, per i piccoli, i giovani e gli adulti che vi partecipano. Li raggiungerà anche il Vescovo Corrado, domenica 18 luglio, e la festa sarà ancora più grande!
 
Sabato 17 luglio: escursione!!!
Destinazione Rifugio Fonda Savio… Zaini in spalla e scarponi ai piedi. La linea di partenza è il lago di Misurina. Pronti… Via!!! Si parte… Una splendida giornata di sole attende i ragazzi dell’ultimo campo delle elementari. E subito una sorpresa: neve in pieno luglio? Anche questo può succedere… Insieme al paesaggio meraviglioso, quale spettacolo ci offre la natura delle nostre dolomiti.
La fatica non manca di sicuro… ma quale gioia quando, arrivati alla meta, capocampo ed educatori preparano dei succulenti panini!!! E che fame…
Un po’ di riposo e poi, via, sulla strada del ritorno, sempre insieme, passo dopo passo!


Campo

 
Domenica 18 luglio: giornata dei genitori…


Campo

 
E’ domenica! La giornata dei genitori?! Non solo… Una giornata di campo come tutte le altre?! Nemmeno… è una giornata di campo si, ma che i ragazzi vivono anche insieme ai loro genitori. E’ un tempo reso ancora più speciale, questa domenica, dalla visita del nostro Vescovo Corrado.
 

Campo

 
Ore dieci: i genitori muovono i primi passi sui cortili di Cimacesta. Accoglienza calorosa per nonni e genitori… Baci abbracci a tutti, anche per i fratelli… Racconto delle giornate di campo già vissute, e poi… Che la festa abbia inizio! L’inno dell’ACR e ogni gruppo presenta qualcosa di significativo per far cogliere a tutti la bellezza di un camposcuola; incredibile! Ancora qualcuno non sa cosa significa vivere un camposcuola ACR… Che splendida avventura. Tanti amici, giochi, preghiera, bans e soprattutto la Sua presenza.
E poi, il pranzo tutti assieme, 430 persone, è sempre occasione di gioia: condividere gli spazi quotidiani, i gesti, le attenzioni, la preghiera prima di iniziare a mangiare, e poi gli educatori che sono saliti per dare una mano, trascorrere una domenica di servizio.
Nel pomeriggio insieme, si vive il momento centrale del campo, la santa messa, questa volta celebrata dal vescovo. Il Vangelo del giorno, con Marta e Maria, occasione per riflettere sul nostro servizio. Come spesso accade, come Marta, pensiamo solo al fare, fare, fare… ma prima o poi ci si ritrova a terra. Manca qualcosa. Come Maria, dobbiamo riconoscere nel Signore colui che ci da la forza per servire…
 


Campo

 
Giovedì 22 luglio: si torna a casa…Grazie!!!
Carissima Giulia, animatori, Annamaria, Lorenzo, personale di servizio e ospiti,
avete ormai compiuto il giro di boa di questo bellissimo campo per i ragazzi delle elementari e vi preparate a vivere gli ultimi due giorni a Cimacesta.
Per dirvi il grazie sincero mio e dell’Ac intera uso l’immagine, del vangelo di domenica.
Il “miracolo” che ogni settimana avviene nella nostra ( e quindi intendo anche vostra!) casa ad Auronzo è favorito continuamente dalla presenza di tante “Marta e Maria”.
Ciascuno attende “con cura” al suo compito e vive con attenta generosità il dono di sé che il cuore suggerisce. Penso sia questo a far profumare Cimacesta di…famiglia!
Era una famiglia quella di Betania, è una famiglia grande che si rinnova e cresce tutte le settimane quella che l’Azione Cattolica, per merito vostro, compone come un puzzle a servizio della crescita dei più piccoli.
C’è una “sfida” e un impegno continuo che io scopro vedendo tutte le settimane e se per gli animatori è quella di rendere sempre più significativa, entusiasmante, indimenticabile, radicata questa esperienza per la vita dei ragazzi e delle loro famiglie, mi sembra che per il personale tutto, ci sia un’attenzione all’accoglienza e a consegnare più pulita, più in ordine e più bella anche la parte più nascosta della casa.
Grazie di cuore per il dono che siete per la vita dei ragazzi e dell’associazione. Non c’è premio o paga che possa saldare il bene che avete seminato anche con il gesto e l’attenzione più piccolo.
Posso però garantirvi che il Signore abita con Gioia casa Cimacesta e continuerà, se voi saprete farvi attenti alla Sua Parola, a farsi ospite anche nelle vostre case una volta terminato il campo.
Vi invito tutti a continuare ad essere parte di questa famiglia, innanzitutto lasciandovi guidare dall’Ac nelle vostre comunità, (e a livello diocesano) nel cammino di ricerca e di formazione personale. Il campo anche per voi, come per i ragazzi, inizia dal giorno in cui tornerete a casa: finisce lo straordinario, inizia l’ordinario di un cammino di testimonianza che svela ancora una sfida: raccontare la Gioia di credere in Gesù Risorto e di essere parte di questa bella e grande famiglia che è la Chiesa.
Con gratitudine, un abbraccio, Diego.”
 

DOWNLOAD:

Per conoscere le date degli altri campiscuola clicca: CAMPISCUOLA.